F1 | GP Brasile – Analisi Telemetrie Qualifiche: Magnussen fantastico in pole, seguono Verstappen e Russell

Un incredibile Kevin Magnussen ha conquistato la pole position del GP del Brasile sfruttando al meglio le condizioni meteo. Vediamo le differenze tra i primi tre piloti in questa analisi telemetrie delle qualifiche del GP del Brasile.

La Haas di Kevin Magnussen durante le qualifiche di Interlagos – Credits: Haas F1 Team
La pista di Interlagos ci ha regalato una sessione di qualifica molto caotica con l’incertezza meteo a farla da padrone. A pescare il jolly è stato il pilota danese della Haas che è riuscito a fare un grandissimo giro che gli è valso la pole position. Dietro di lui si sono qualificati Verstappen e Russell rispettivamente a 2 e 4 decimi di distacco. In questo articolo vediamo insieme l’analisi delle telemetrie delle qualifiche del GP del Brasile.

Sfida per la pole: Magnussen vs Verstappen

analisi telemetrie qualifiche GP Brasile, Magnussen, Verstappen, Haas, Red Bull
Analisi telemetria qualifiche Gp Brasile: Magnussen vs Verstappen – Immagine F1inGenerale

Vogliamo prima di tutto confrontare i best lap dei due piloti che partiranno davanti a tutti nella sprint race. Red Bull si conferma di essere la più veloce in rettilineo con Verstappen che registra top speed più alte. Nel primo settore i due piloti sono molto vicini: Magnussen che riesce a fare leggermente meglio la “S” di Senna ma Verstappen porta più velocità in curva 4 stando meno tempo sul pedale del freno. Interessante poi notare come Max parzializzi molto di più con il gas tra la 7 e la 8 rispetto al pilota Haas riuscendo ad essere circa 15 km/h più veloce. Kevin invece fa una differenza incredibile in tutto il tratto che va dalla 8 alla Junção (curva 12) dove ha una trazione migliore e quindi porta molta più velocità in accelerazione. Da evidenziare poi la frenata di curva 12: Il pilota Haas va molto più deciso sul freno (lo si può notare dalla pendenza della linea di frenata). Questo gli consente di portare più velocità in ingresso e dunque di guadagnare tantissimo tempo sul pilota olandese, tempo che gli ha consentito di conquistare la Pole Position.


Leggi anche: F1 | GP Brasile – Qualifiche: Telemetrie velocità curva – Grande prestazione di Magnussen tra le curve di Interlagos


Analisi telemetrie qualifiche: Magnussen vs Russell

analisi telemetrie qualifiche GP Brasile, Magnussen, Russell, Haas, Mercedes
Analisi telemetria qualifiche Gp Brasile: Magnussen vs Russell – Immagine F1inGenerale

Andiamo anche a confrontare il giro del poleman con quello di Russell. In questo caso vediamo subito una grandissima differenza già alla “S” di Senna. Il pilota Mercedes infatti aziona il freno anche nel cambio di direzione a differenza di Magnussen che invece parzializza solamente con il gas. Questo consente al pilota danese di guadagnare tempo ed avere un enorme vantaggio di velocità che viene portato fino a curva 4. Qui è invece Russell ad avere un vantaggio grazie ad un tempo di frenata molto ridotto. Un’altra grande differenza la si può vedere tra curva 7 e 8 con due interpretazioni molto diverse. Magnussen predilige l’ingresso curva, portando più velocità ma andando prima sul freno. Russell invece non rilascia mai del tutto l’acceleratore riuscendo così a portare molta più velocità nel tratto che porta alla 8. Notiamo poi come la Haas acceleri meglio della W13 fuori dalla curve lente, sintomo di miglior grip. Questo si evidenzia ancora in uscita dalla Junção e dunque si traduce in un vantaggio per Haas in tutta la “Subida dos Boxes”.

Quello a cui abbiamo assistito in queste qualifiche del GP del Brasile è stato sicuramente inaspettato ma Kevin Magnussen ha conquistato la pole con grandissimo merito. Vedremo se riuscirà a confermarsi nella sprint race visto l’incertezza della previsioni meteo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter