F1 | GP Brasile – Anteprima Haas, Schumacher: “Speriamo ci sia l’opportunità di fare un’apparizione in Q2”

Nessuna pausa per la Formula 1 che ritorna, questo weekend, con il GP del Brasile – pista sulla quale correranno per la primissima volta i piloti della Haas. L’obiettivo del team, a detta di Schumacher, è quello di arrivare nel Q2.

Mick Schumacher, Haas, 2021. Fonte: Haas F1 Team.

Niente pause per la Formula 1 che questo fine settimana ritorna con il GP del Brasile – una pista del tutto nuova per i piloti della Haas.

Sia Schumacher che Mazepin appaiono estremamente entusiasti di poter correre, per la primissima volta, dinanzi al pubblico dell’Autodromo di José Carlos Pace.

Mick ha così dichiarato: Non sono mai stato in Brasile, sarà quindi la prima volta per me. Ho guidato la pista sul simulatore però ed è stato divertente – mi è piaciuto. Spero sarà la stessa esperienza questo weekend.

È una pista molto corta, si fanno molti giri e speriamo ci sia l’opportunità di lottare e fare un’apparizione in Q2. Il rettilineo di partenza è fantastico: lì ci sono state delle battaglie iconiche.

È una curva difficile, soprattutto se bagnata, il che sarebbe un bene per noi. Non vedo l’ora di andarci”.

Sulla stessa scia, Nikita: “Mi ricordo di aver guardato la gara sul bagnato in Brasile nel 2016. È stato folle solo guardarla. Sarò più bravo a descrivere la pista quando ci avrò guidato.

Ho solo visto gare e on-board, quindi sarà bello andare là fuori. È bello conoscere tutte le piste del mondo. Circuiti come il Brasile o il Messico sono piste con un vero carattere; quindi, essere così giovane e arrivare a guidare in questi posti per lavoro è magnifico.

In Brasile, i tifosi assisteranno per l’ultimissima volta quest’anno al format della Sprint Race.

Schumacher, a tal proposito, ha commentato: Penso che gli eventi Sprint siano interessanti. Sono diversi e in Brasile bisognerà capire, il più velocemente possibile nelle FP1, ciò di cui si ha bisogno per le Qualifiche.

La cosa buona è che in Brasile la pista è molto corta; quindi, avremo l’opportunità di fare un sacco di giri, ritornare al box e cambiare le cose, in termini di set-up o approccio alle curve”.

Sempre dello stesso parere Mazepin, che ha invece affermato: Mi piacciono gli eventi sprint. Il problema con loro è che hai poco tempo per adattarti al circuito e non essendo stato in Brasile, sarà una grande sfida per me. Tuttavia, non si può cambiare, è lo stesso per tutti e darò il mio meglio”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Brasile 2021- Incognita meteo: sarà un weekend di sole e pioggia