F1| GP Brasile- Anteprima Williams- Russell: “Eccitato per il ritorno della Qualifica Sprint”

Archiviato il deludente Gran Premio del Messico, i piloti della Williams sono contenti di scendere in pista sul circuito di Interlagos, che ospita il Gran Premio del Brasile. Entrambi pensano che il format della qualifica Sprint, l’ultima in programma per il 2021, renderà tutto più interessante e spettacolare.

williams Brasile
Credits Williams

Williams non ha raccolto punti nel Gran Premio del Messico, adesso a sette giorni di distanza, riparte la caccia nel Gran Premio del Brasile. In ottica di classifica costruttori, Williams cerca di consolidare il vantaggio nei confronti di Haas e Alfa Romeo.

Dopo un anno di pausa, a causa della pandemia, il Brasile ospita il 19esimo Gran Premio nel famoso circuito di Interlagos, in questo week end, di sabato, torna il nuovo format della qualifica sprint.

Russell si lascia alle spalle i problemi affrontati nell’ultima gara e attende di gareggiare quest’anno su una pista che apprezza. Nicholas Latifi non conosce molto il circuito di Interlagos: è sceso in pista con una monoposto di Formula 1 solo in una sessione di prove libere nel 2019.

Dave Robson

Dopo un weekend difficile in Messico, siamo lieti di essere arrivati in Brasile per il Gran Premio di San Paolo. Di solito, in Brasile le vetture non sono facili da guidare a causa del circuito a 750 m sul livello del mare. Tuttavia, poiché questo evento segue immediatamente il Messico, i piloti dovrebbero essere piacevolmente sorpresi dalla macchina questo fine settimana. Questa è una fortuna in quanto questo fine settimana ci sarà la qualifica Sprint, quindi abbiamo opportunità molto limitate di preparare la vettura per le sessioni competitive”.

La pista di San Paolo è un circuito corto, ma carismatico con alcune curve impegnative e significativi cambiamenti di quota, tra cui la lunga corsa finale fino al rettilineo di partenza/arrivo. La sezione centrale è molto tecnica e richiede una vettura ben bilanciata e un alto livello di abilità da parte dei piloti”.

Le gomme sono, ancora una volta, quelle centrali della gamma Pirelli, e questo è un passo più morbido di quello che abbiamo avuto spesso in Brasile. Ciò renderà le qualifiche più facili e fisicamente più impegnative per i piloti, ma la gara potrebbe richiedere un po’ più di gestione delle gomme rispetto al normale. Questo dovrebbe aggiungersi alla gamma di strategie competitive di domenica”.

Questo fine settimana è il terzo e ultimo evento di qualificazione Sprint della stagione ed è probabile che sia il più impegnativo. Non avendo viaggiato in Brasile nel 2020, la mancanza di tempo in pista prima della sessione di qualifica richiederà ulteriormente i piloti e gli ingegneri in quanto devono dare correttamente la priorità ai test nelle FP1. Sarà un weekend impegnativo. Non vediamo l’ora di metterci al lavoro, cercando di consolidare la nostra posizione in campionato”.


Leggi anche: F1| GP Messico- L’ingegnere di Giovinazzi sulla strategia: “Non volevamo penalizzarlo”


George Russell

Interlagos è un altro circuito che purtroppo non abbiamo avuto l’opportunità di visitare nel 2020, quindi sono davvero entusiasta di tornarci quest’anno. È una pista molto vecchia scuola con un sacco di carattere. Abbiamo anche il ritorno del formato della Qualifica Sprint che prevede alcune sfide diverse rispetto ai soliti weekend di gara, quindi tutto sommato sono molto eccitato”.

Nicholas Latifi

L’Autódromo José Carlos Pace è una delle piste che non vedevo l’ora di percorrere quest’anno, dato che non ho corso lì come pilota di Formula Uno. La mia esperienza in pista è limitata a una sessione FP1 con il team nel 2019. È una delle piste più brevi del calendario, è anche molto tecnica. La parte centrale è piuttosto stretta e tortuosa. Quindi questo lo rende una sfida per l’auto e il pilota, soprattutto se otteniamo condizioni meteorologiche miste che sono abbastanza comuni per Interlagos. Avremo anche il formato Qualifica Sprint per l’ultima volta quest’anno, il che dovrebbe rendere alcune gare interessanti e un buon spettacolo per i fan”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.