F1| GP Brasile- Qualifica Sprint Alfa Romeo- Vasseur: “Contenti per Antonio, ma delusi per Kimi”

Le due Alfa Romeo hanno avuto un contatto nel corso della Qualifica Sprint del Gran Premio del Brasile: Räikkönen si è ritrovato in ultima posizione. In griglia di partenza Giovinazzi partirà dalla 13esima posizione, Räikkönen dalla 18esima.

Alfa Brasile
Credits Alfa Romeo Racing Orlen Facebook

Nella Qualifica Sprint del Gran Premio del Brasile, a Interlagos, un contratto tra le due Alfa Romeo ha compromesso la qualifica di Kimi Räikkönen.

Entrambi i piloti sono scattati bene alla partenza, guadagnando una posizione alla partenza. Hanno mostrato un buon ritmo. Nel corso del primo giro, tuttavia, quando entrambi hanno superato Alonso, si sono toccati in curva uno, con conseguente spin del finlandese, che ha ripreso la qualifica sprint in fondo alla classifica.

Räikkönen è stato in grado di recuperare due posizioni dalla bandiera a scacchi, finendo 18°, mentre Antonio ha perso solo una posizione, contro l’inarrestabile Lewis Hamilton, concludendo così al 13° posto.

Partiranno da queste posizioni nella gara di domani, con l’obiettivo di migliorare ed essere in lotta per i punti.


Leggi anche: F1 | GP Brasile – Griglia di partenza: Bottas in pole, Verstappen a inseguire davanti a Sainz. Hamilton limita i danni ed è 10°


Frédéric Vasseur- Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN

Abbiamo fatto un buon lavoro all’inizio e le cose sembravano promettenti fino al contatto tra Antonio e Kimi. Entrambi avevano fatto una buona mossa su Alonso ed è un peccato si siano toccati alla prima curva, poiché Kimi si è trovato in fondo al gruppo. Il resto della gara è stato piuttosto semplice, poiché le posizioni sono rimaste abbastanza statiche fino alla fine. Quindi avremmo potuto avere la possibilità di guadagnare posizioni con entrambe le vetture in vista della gara di domani. Il risultato ci lascia con sentimenti contrastanti: siamo contenti della gara di Antonio, ma delusi per Kimi che ha perso posizioni a causa di quel contatto”.

Kimi Räikkönen

Ho avuto un buon inizio e ho pensato di poter fare qualche progresso in più quando ho avuto il contatto con Antonio. Sono andato all’esterno di Alonso, lui è andato all’interno e quando eravamo alla curva uno, non riuscivo davvero a vedere cosa stava succedendo all’interno. Abbiamo avuto un piccolo contatto, ma questo è stato sufficiente per farmi girare questo è tutto. Naturalmente, questo non aiuta per la gara di domani. Non sarà facile partire dal 18° posto, ma faremo del nostro meglio per recuperare terreno.

Antonio Giovinazzi

“Il risultato dello sprint non è stato poi così male, la P13 non è la migliore, ma possiamo fare una buona gara. Sono contento di come sia andata la gara e non vedo l’ora di vedere cosa possiamo fare domani. Per quanto riguarda l’incidente con Kimi, è un peccato che ci sia stato un contatto: non so davvero cosa sia successo: eravamo larghi in tre sul rettilineo, ho preso l’interno e poi improvvisamente ho visto Kimi all’esterno. Si sono toccate le gomme, ho cercato di evitarlo ma non c’era davvero nulla che potessi fare: ero all’interno e frenavo normalmente. Sfortunatamente, ho anche avuto alcuni danni all’ala anteriore, che mi hanno dato molto fastidio nell’ultima curva. Ora concentriamoci sulla gara: daremo il massimo. La gara qui in Brasile è sempre emozionante, quindi è difficile sapere cosa aspettarsi.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.