F1 | GP Canada: Analisi simulazione qualifica e passo gara del venerdì

Max Verstappen domina il venerdì di Montreal concludendo davanti a tutti in entrambe le sessioni di prove libere, Red Bull e Ferrari veloci sulla simulazione qualifica, ma il passo gara di Mercedes fa paura. Passo gara GP Canada

Max Verstappen cerca di scrollarsi di dosso i fantasmi di questo inizio di stagione cominciando nel migliore dei modi il weekend canadese, l’olandese conclude entrambe le prove libere del venerdì in prima posizione dimostrando un grande solidità nel giro secco. La Red Bull dopo la doppia vittoria di Ricciardo inizia a crederci per la lotta mondiale e nonostante sulla carta questa pista sia favorevole a Mercedes che qui ha vinto negli ultimi tre anni, la Red Bull non ha intenzione di farsi sfuggire questa vittoria importate, sarà da vedere se potrà essere il gran premio della svolta per Verstappen che deve recuperare terreno nella classifica mondiale.

Foto: formula1.com

Simulazione qualifica

Nella simulazione qualifica è stata la Red Bull a far segnare il miglior tempo con Max Verstappen; staccata di appena un decimo la Ferrari di Kimi Raikkonen, molto più veloce del proprio compagno di squadra Sebastian Vettel. Un’incognita la Mercedes che ha girato molto poco con la mescola più prestazionale concentrandosi molto di più sulle UltraSoft e SuperSoft; è quindi molto probabile che le frecce d’argento sceglieranno di qualificarsi nel Q2 con la mescola UltraSoft per evitare di montare le gomme dalla banda rosa in gara. Un ritorno gradito quello della Haas di Grosjean che dopo tanti problemi, per team e pilota, sembra ritornata ad essere la quarta forza in pista ma con pochissimo margine su tutte le altre pretendenti.

Ancora una volta ci sarà una battaglia intensa per conquistare i quattro posti disponibili in Q3 (considerando le prime 6 posizioni occupate da Mercedes, Red Bull e Ferrari), ci sono ben 5 team racchiusi in pochissimi decimi; si prospetta un grande possibilità per la Sauber e la Toro Rosso, molto più vicine al taglio del Q3 rispetto al solito. La Toro Rosso è già riuscita in questa stagione ad accedere nel Q3 durante le qualifiche del Bahrain, mentre la Sauber non ci accede dal Gran Premio d’Austria del 2015 con il nono tempo di Felipe Nasr. Force India, Renault e McLaren sono le altre squadre in lotta per la top 10, con la Force India leggermente favorita su questa pista, grazie alla Power Unit Mercedes; ma attenzione a Fernando Alonso arrivato al suo 300esimo GP in Formula Uno e intenzionato a fare il colpaccio.

Foto: formula1.com
Di seguito la classifica dei tempi combinati del venerdì, tutti con gomma HyperSoft:

1. Red Bull (Max Verstappen) – 1:12.198s Hypersoft

2. Ferrari (Kimi Raikkonen) – 1:12.328s +0.130s Hypersoft

3. Mercedes (Lewis Hamilton) – 1:12.777s +0.579s Supersoft

4. Haas (Romain Grosjean) – 1:13.620s +1.422s Hypersoft

5. Force India (Esteban Ocon) – 1:13.747s +1.549s Hypersoft

6. McLaren (Fernando Alonso) – 1:13.866s +1.668s Ultrasoft

7. Sauber (Charles Leclerc) – 1:13.884s +1.686s Hypersoft

8. Toro Rosso (Brendon Hartley) – 1:13.889s +1.691s Hypersoft

9. Renault (Nico Hulkenberg) – 1:13.967s + 1.769s Hypersoft

10. Williams (Lance Stroll) – 1:14.703s +2.505s Hypersoft

Foto: formula1.com


Simulazione Passo Gara

Sul passo gara la tendenza è leggermente diversa con la Mercedes una spanna sopra a Red;Bull e Ferrari, però difficilmente interpretabili i tempi dei long run visto la differenza di gomme utilizzate dai tre team. Mercedes si è concentrata maggiormente sulle SuperSoft stabilendo dei tempi incredibili, molto più bassi rispetto a quelli di Red;Bull e Ferrari su gomme HyperSoft e UltraSoft. Come abbiamo visto negli ultimi weekend dovremmo però aspettare il sabato per;avere una situazione più chiara delle prime 6 posizioni.

Nel gruppo centrale la Force India decisamente la migliore sul;passo gara ma di poco davanti a McLaren e Renault; leggermente distanziate Toro;Rosso, Haas e Sauber ma anche loro nel pacchetto di mischia. Williams invece in grande difficoltà, anche nel circuito di casa di Lance Stroll, il team;inglese non riesce a tenere il passo degli avversari continuando ad essere la Cenerentola del campionato, situazione surreale di un team prestigioso che pochi giorni fa;ha confermato Stroll anche per il 2019.

Foto: formula1.com
Di seguito la classifica del passo gara:

1. Mercedes

2. Red Bull +0.6 s/lap

3. Ferrari +1 s/lap

4. Force India +1.4 s/lap

5. McLaren +1.5 s/lap

6. Renault +1.6 s/lap

7. Toro Rosso +1.7 s/lap

8. Haas +1.7 s/lap

9. Sauber +1.8 s/lap

10. Williams +2.3 s/lap

La gara potrebbe preservarci delle sorprese visto la differenza di strategia dei top team,;Mercedes potrebbe puntare su una strategia conservativa con UltraSoft e SuperSoft, mentre Red Bull e Ferrari potrebbero puntare su;una strategia con HyperSoft e UltraSoft con il dubbio di una o due soste. Da considerare una probabile presenza della Safety Car che potrebbe far cambiare le strategie a gara in corso. Il meteo per domenica non dovrebbe dare delle sorprese, con cielo privo di nuvole e temperature stabili sui 21 gradi.

Leggi anche: Il Monitor dei Tempi: Approfondimento della simulazione passo gara


Il Monitor dei Tempi: GP Canada [FP2] – Mercedes in forma, Ferrari apparentemente all’inseguimento

Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo.