F1 | GP Canada 2019: analisi simulazione qualifica

La Ferrari ha concluso le prove libere del weekend di Montreal con un ottimo 1-2, ma le Mercedes sono tutt’altro che battute. Simulazione qualifica GP Canada

Simulazione qualifica GP Canada
Foto: formula1.com (C.Leclerc n.16)

La Ferrari ha piazzato entrambe le vetture nelle prime due posizioni al termine dell’ultima sessione di prove libere, davanti alla Mercedes di Valtteri Bottas per circa un decimo. Charles Leclerc è stato il migliore nella simulazione qualifica con il tempo di 1:12.177, Sebastian Vettel si è piazzato subito alle spalle del monegasco per appena 74 millesimi; quasi certamente, il tedesco, sarà chiamato ad un riscatto nelle prossime gare, soprattutto nelle qualifiche, per battere il proprio compagno di squadra e per mandare all’emittente tutte le voci di un suo possibile ritiro dalla Formula 1. Una simulazione di qualifica, invece, molto complicata per la Mercedes, che per colpa dell’incidente di Lewis Hamilton ha dovuto puntare tutto su Bottas per le simulazioni di qualifica e passo gara. Questo non è stato un problema troppo grande per la Mercedes, che è sembrata ampiamente la migliore nella simulazione passo gara.

Classifica simulazione qualifica:

1. Ferrari (Charles Leclerc) 1:12.177

2. Mercedes (Valtteri Bottas) +0.134s

3. McLaren (Carlos Sainz) +0.376s

4. Haas (Kevin Magnussen) +0.758s

5. Racing Point (Sergio Perez) +0.826s

6. Renault (Daniel Ricciardo) +0.839s

7. Red Bull (Pierre Gasly) +1.168s

8. Toro Rosso (Alexander Albon) +1.259s

9. Alfa Romeo (Kimi Räikkönen) +1.365s

10. Williams (George Russell) +2.859s

Red Bull e Toro Rosso in grande difficoltà sul circuito canadese rispetto al precedente weekend. Il motore Honda probabilmente, in questo momento, non sembra essere all’altezza di Mercedes e Ferrari, che nei ultimi gran premi hanno fatto un ulteriore step evolutivo. Incredibile la McLaren, che con Carlos Sainz ha fatto segnare un tempo fantastico a soli 3 decimi dal miglior tempo della Ferrari di Charles Leclerc. Ancora molto deludente l’Alfa Romeo che aldilà dell’inconveniente avuto con l’incidente di Giovinazzi nelle PL1, sembra sia diventata un’altra vettura rispetto all’inizio di questa stagione.

F1 | Toto Wolff sul regolamento 2021: “Non riusciamo a concepire alcune scelte di Liberty Media”

Simulazione qualifica GP Canada