F1 | GP Canada – Winner: Sebastian Vettel, non è un errore

Winner: Sebastian Vettel. Pochi secondi dopo il taglio del traguardo, esce il banner che indica il vincitore della corsa. Vuoi per errore o mancanza di tempo nella modifica, accanto al logo della bandiera a scacchi, non compare il nome di Hamilton. Qualche secondo e arriva la modifica nella grafica che annuncia lo scambio in classifica: Hamilton primo, Vettel secondo. L’inglese è davanti a tutti ma il primo posto è su carta, non su pista, il trionfo è effettivo, non guadagnato. Winner Vettel GP Canada

Credits: Scuderia Ferrari

È Seb è il vero vincitore, V a lettera maiuscola, ma qualcuno ha deciso diversamente. Voleva dipingere il numero 1 della griglia con i colori di Maranello, l’esito però è stato diverso, per un unico errore. Spingendo la sua “Lina” al massimo, l’ha spinta anche fuori nell’unica sbavatura della gara. Gli è costato molto, 5 secondi, troppi per The Hammer sempre lì incollato, sempre lì ad aspettare quello che poi è successo. Un unico errore nel quale è incappato mentre era impegnato a camminare su una corda sopra il precipizio. Winner Vettel GP Canada

Seb su quella corda ci ha camminato per 48 giri, a volte anche pensando di fare uno scatto, di allungare. E poi è scivolato, e anche se alla corda è rimasto aggrappato, ci hanno pensato i commissari FIA a farlo precipitare. Decisione che fa discutere, più o meno tutti, tranne il Re Nero e Toto Wolff che si aprono subito in team radio per comunicare l’accaduto a chi di dovere e chiedere una penalità. Ma il pubblico a fine gara è di tutt’altra idea: il boato che accompagna il tedesco all’uscita sotto il podio risuona più forte degli inni prima dello champagne. Tutti lo acclamano, ferraristi e non, è lui che deve salire sul gradino più alto, anche se in primo momento l’idea di andare sui tre scalini non lo sfiora affatto.



Seb sa di aver subito un torto, e cerca di dimostrare il suo disappunto da quando gli viene notificata la penalità. Il suo “where the hell am I supposed to go?” è emblematico, cerca di spiegare che non aveva grip sull’erba, e che il suo unico intento era quello di tenere la macchina in pista, o perlomeno di non farla finire a muro. Che poi proprio lì in quella traiettoria ci fosse Hamilton, come avrebbe potuto intuirlo e nel mentre cercare di evitarlo? Che ad essere sinceri, anche se in quella frazione di secondo ci fosse riuscito, quale pilota avrebbe accettato di far passare il suo rivale mondiale (ammettendo che i giochi siano ancora aperti) in una situazione simile?

Certo scambiare il cartello del primo posto con quello dell’inglese a molti non sembrerebbe saggio, vista la multa che verrà sicuramente inflitta alla scuderia. Non è stato tanto meno professionale, da Ferrari insomma, ma sicuramente ha dimostrato come Seb non ci sta. Non ci sta a lasciar andare il mondiale alla deriva dopo solo sette gare. Non ci sta a far finta che sia minimamente d’accordo con la decisione presa. Non ci sta a condividere il primo gradino del podio, dove si sente usurpato e non usurpatore. Non ci sta a vedere cambiare la grafica dei risultati che cambiano a pochi secondi dal traguardo. Non ci sta, e (per fortuna) non è l’unico.
La regia dice: Winner: Sebastian Vettel. Non è stato un errore, ma pensiero di ogni spettatore del GP del Canada.

Seguici anche su Twitter!

Esclusiva DTM, Nico Muller:”Abbiamo il potenziale per lottare in tutti i weekend”

Condividi

Studente di lingue e marketing, scrittore notturno, chitarrista a tempo perso, appassionato dai tempi di Jean Todt

Disqus Comments Loading...

Articoli Recenti

F1 | GP Brasile – Binotto: “I due piloti hanno danneggiato l’intera squadra, non voglio giudicare chi ha sbagliato”

Gran premio del Brasile assolutamente da dimenticare - ma anche da ricordare per il futuro - per la Scuderia Ferrari.…

4 ore fa

F1 | GP Brasile – Primo podio per Sainz: “Emozione unica, segnale di ripresa per McLaren”

Dopo la deludente qualifica (e la penalizzazione ai danni di Lewis Hamilton) Carlos Sainz ottiene il suo primo podio in…

5 ore fa

F1 | GP Brasile, è ufficiale: Hamilton penalizzato, Sainz a podio!

Lo strepitoso GP del Brasile ci ha lasciato con il fiato sospeso ben oltre la bandiera a scacchi: l'ultimo gradino…

6 ore fa

F1 | GP Brasile – Vettel: “Ho lasciato spazio a Leclerc, non so perché ci siamo scontrati”

Tanta frustrazione per Vettel, che in seguito ad un contatto con Leclerc ha dovuto ritirarsi dal GP sul circuito di…

6 ore fa

F1 | GP Brasile, strepitoso Verstappen: “Una gara incredibile, grandioso vincerla”

Max Verstappen vince la sua terza gara stagionale, in un Gran Premio del Brasile che passerà alla storia come uno…

6 ore fa

F1 | GP Brasile – Gasly incredibilmente secondo: “Non dimenticherò mai questo giorno”

Nel Gran Premio del Brasile di F1, Pierre Gasly conquista in modo incredibile il secondo gradino del podio, in volata…

7 ore fa

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.