F1 | Gp Cina, Qualifiche – Haas: “Con due vetture in Q3 abbiamo dimostrato di essere forti in qualifica”

La bandiera a scacchi delle Qualifiche del Gran Premio della Cina ha visto Kevin Magnussen e Romain Grosjean classificarsi rispettivamente in nona e in decima posizione per la gara di domani. Insieme a Renault, il team Haas è riuscito a piazzare entrambe le monoposto in Q3 oltre alle solite sei dei tre top team (Mercedes, Ferrari, Red Bull). qualifiche gp cina haas

Romain Grosjean, Haas F1 Team; Foto: SportsMax

La bandiera a scacchi delle Qualifiche dell’imminente Gran Premio della Cina ha visto Kevin Magnussen e Romain Grosjean classificarsi rispettivamente in nona e in decima posizione per la gara di domani. Insieme a Renault, il team Haas è riuscito a piazzare entrambe le monoposto in Q3 oltre alle solite sei monoposto dei tre Top Team (Mercedes, Ferrari, Red Bull). In tutto, soltanto 5 squadre hanno monopolizzato le prime dieci posizioni.

In realtà, i due piloti del team Haas non hanno segnato un tempo cronometrato. Il team aveva a disposizione un solo tentativo il quale è stato annullato dall’estrema lentezza con cui è stato percorso l’out-lap con a capo i due della Mercedes. In questo modo, tutte e dieci le monoposto si sono trovate molto ravvicinare tra loro e le due Red Bull e le due Haas hanno preso bandiera prima di iniziare il loro giro. Le polemiche non sono mancate, soprattutto per il botta e risposta tra Verstappen e Vettel.

Magnussen e Grosjean inizieranno la gara di domani con la gara più morbida. E se oggi il team è riuscito a dimostrare la loro grande forza in qualifica, dovrà mostrarne altrettanta – o quantomeno non ripetere la debacle del Bahrain – in gara, dove la squadra potrà capire se tutto il lavoro di analisi effettuato venerdì sarà stato efficiente.

Romain Grosjean

Non ero molto contento del mio primo tentativo in Q2, ho avuto un grosso bloccaggio all’ottavo turno, non sono riuscito a completare il giro. Quando hai una sola possibilità, e il gruppo di metà classifica si trova a due decimi di secondo, ti mette molta pressione su te stesso. Abbiamo fatto bene, e penso che abbiamo recuperato molto bene da ieri, quindi ero contento di questo.

Ovviamente, nel Q3, forse non abbiamo adeguato i nostri orologi all’ora cinese. Penso che la macchina sia andata molto bene oggi, molto meglio di ieri, quindi sono molto contento di questo. La Renault è sembrata molto forte ieri durante il passo gara, quindi vediamo se riusciamo a tenere il passo con loro.

Siamo in una posizione abbastanza buona. Ovviamente, non è stato ideale non segnare un tempo in Q3, ma penso che l’ordine di arrivo che vediamo nel Q3 sia più rappresentativo dell’ordine di arrivo per l’anno.

Kevin Magnussen

E’ stato bello essere in Q3, ma non va bene esserci con zero giri – ci siamo proprio persi. Tutti sono usciti dai box allo stesso tempo, sono uscito solo un po’ tardi, ho perso sei o sette macchine. Non sono riuscito a superare la linea prima della bandiera a scacchi. Ero solo in coda, quindi non ho avuto un giro.

Non penso che saremmo stati molto meglio se avessimo avuto il giro, ma sarebbe comunque bello provarci. Almeno abbiamo buone gomme per domani. Non sono ottimista per domenica ma spero che avremo un buon risultato, dovremo solo aspettare e vedere.

Guenther Steiner

Dal lato positivo abbiamo avuto entrambe le vetture in Q3 nelle prime tre gare per iniziare l’anno. Questa è una proiezione piuttosto forte. Nell’ultimo tentativo, non siamo riusciti a raggiungere la linea del traguardo in tempo perché tutti si stavano raggruppando. Non ce l’abbiamo fatta, ma se non prendi rischi…beh, non ci avremmo guadagnati se fossimo usciti per primi.

Saremmo stati comunque il nono e il decimo. Con la nostra posizione nei garage, eravamo gli ultimi a metterci in fila. Non ce l’abbiamo fatta, nonostante le nostre previsioni. Alla fine non è fantastico, ma non è la fine del mondo.

Come ho detto, penso che abbiamo dimostrato di essere forti nelle qualifiche, avendo ancora una volta entrambe le vetture nel Q3.

F1 | GP Cina, qualifiche – Williams in crescita: “Siamo più vicini al resto del gruppo”

 

Mariangela Picillo

Studentessa di ingegneria meccanica. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.