F1| GP Cina – Sintesi prove libere 2: Bottas e Vettel staccati di pochi millesimi, problemi per Leclerc

La seconda sessione di prove libere ha rivelato una situazione più interessante e combattuta rispetto alla sessione di questa mattina: molto vicine le prestazioni di Ferrari e Mercedes sia in simulazione qualifica che passo gara; interessanti anche i tempi Red Bull. Problemi al sistema di raffreddamento hanno tuttavia interrotto in anticipo il programma di lavoro di Charles Leclerc. prove libere 2 cina 

Valtteri Bottas – Foto: twitter

Ferrari

Il team di Maranello ha iniziato la seconda sessione di prove libere in terra cinese con strategia gomme diversificate per i due piloti, scegliendo mescola Hard per Sebastian Vettel e mescola Medium per Charles Leclerc. Il pilota tedesco della Ferrari ha ottenuto un crono di 1:34.783s come suo miglior tempo della prima mezz’ora di prove libere. Il compagno di squadra, con una mescola di differenza, ha invece compiuto il suo giro in 1:34.271.

Al termine della prima mezz’ora di prove entrambi i piloti hanno montato le gomme Soft. Vettel è riuscito ad ottenere un tempo di 1:33.357s (subito superato da Bottas di 0.027s), mentre Leclerc, a causa del traffico, si è fermato a 1:34.158s.

Il pilota tedesco si è poi concentrato sulla simulazione long run con gomma rossa, ottenendo un tempo di attacco di 1:38.781s, poi stabilizzatosi sull’1:39.000s. Leclerc è stato invece costretto ad interrompere in anticipo il suo programma di lavoro delle FP2 per permettere ai tecnici dei controlli al sistema di raffreddamento a seguito di perdite di liquido dalla monoposto.

Le gomme Soft montate sulla monoposto di Vettel hanno avuto un crollo prestazionale intorno al sedicesimo giro. Il pilota tedesco è poi passato alla simulazione con gomma bianca:  il suo giro di attacco è stato di 1:38.112s (di 4 decimi più veloce di quello di Bottas), mentre il secondo passaggio è stato 1:38.000s, poi 1:37.902s, segno di un consistente effetto peso e di un’assenza di degrado sulla gomma, e di prestazioni davvero interessanti con la mescola più dura.

Sono purtroppo mancati i dati di simulazione passo gara con gomma Medium a causa dei problemi che hanno costretto Charles Leclerc ai box.

La sessione si è conclusa con un episodio spiacevole: Vettel non si è fermato in tempo alla chiamata degli stewards per le verifiche tecniche. Sarà sicuramente soggetto a reprimenda.

Mercedes

Anche i due piloti della casa di Stoccarda hanno iniziato le prove libere con strategia diversificata: Hamilton ha montato le gomme Soft, Bottas le gomme Hard. Il pilota finlandese è riuscito ad ottenere un tempo di 1:34.595 (risultando più veloce di Vettel a parità di mescola), mentre il cinque volte campione del mondo, dopo alcuni giri ricchi di sbavature (compreso un testacoda all’altezza di curva 3), è riuscito a migliorare il tempo di Leclerc, facendo fermare il cronometro a 1:34.226s.

Come Ferrari, anche Mercedes è poi passata alla simulazione qualifica con gomma Soft. Hamilton ha ottenuto un crono di 1:34.037, mentre Bottas si è messo provvisoriamente in testa alla classifica con un tempo di 1:33.330s.

Al terzo passaggio della sua simulazione di passo gara con gomma rossa, Bottas ha fatto segnare un ottimo 1:38.855s, mentre Hamilton ha compiuto la sua simulazione di long run con gomma media, facendo segnare dei tempi intorno all’1:39.800s.

Bottas è poi passato alla simulazione passo gara con gomma Hard, ottenendo ottimi tempi (intorno all’1:38.800s). Lewis Hamilton è invece passato nell’ultimo quarto d’ora alla simulazione con gomma rossa, ottenendo, con basso carico di benzina, un tempo di 1:38.400s.

Red Bull

Anche il team austriaco ha compiuto simulazioni qualifica con gomma rossa. Verstappen è riuscito, a 45 minuti dal termine della sessione, ad ottenere il terzo miglior tempo (1:33.551s).

Interessante anche il tempo di simulazione long run con gomma rossa del pilota olandese, che è riuscito ad attestarsi sull’ 1:39.100s. Entrambi i piloti sono poi passati alla simulazione passo gara con gomma Medium. Verstappen ha ottenuto ottimi tempi (1:38.700s).

Scuderia Toro Rosso

Daniil Kvyat non ha potuto compiere alcun giro durante queste sessioni a causa della sostituzione totale della Power Unit.

Risultati

Segue la classifica dei tempi migliori fatti registrare durante questa seconda sessione:

La classifica dei tempi delle FP2 – Foto: Twitter

Appuntamento alle 5:00 di domani per le FP3.

F1| GP Cina 2019 – Nuova MGU-K per tutti i motorizzati Renault. Nuova PU sulla Toro Rosso di Kvyat.