F1 | In Cina sospese le competizioni motoristiche a causa del coronavirus

Le norme di sicurezza, attuate in Cina, per contrastare l’epidemia causata dal virus, che sta provocando morti, ha generato la sospensione delle competizioni motoristiche.

F1 GP cina coronavirus
Sebastian Vettel (Ferrari) GP Cina – Foto Ferrari

Continua in Cina l’allerta causata dall’infezione da coronavirus: sono saliti a 25 il numero dei morti e più di 600 persone sono state contagiate. Dalle ultime ricerche degli scienziati sembrerebbe che il virus sia stato trasmetto all’uomo dai serpenti. F1 cina coronavirus

In Italia, misure precauzionali: sul sito del Ministero della Salute è presente una pagina dedicata, con tutte le informazioni. Negli aeroporti controlli speciali per i passeggeri in arrivo dalla Cina.

Sospese le competizioni motoristiche

In Cina, tra le misure di sicurezza adottate, sono state sospese tutte le competizioni motoristiche fino al mese di aprile. Dai brevi comunicati diramati dalle autorità rimane da capire anche gli eventi che si svolgeranno nel mese di aprile potrebbero essere cancellati per precauzione.

A rischio potrebbe esserci anche la gara di Formula 1, che si svolge sul circuito di Shanghai, in programma il prossimo 19 aprile. Al momento Liberty Media e gli organizzatori non hanno cancellato ufficialmente la gara e non sono state rese note delle eventuali modalità di rimborso per i biglietti finora venduti.

Dalla stagione 2009 è uno dei primi appuntamenti della stagione: è uno dei circuiti della “nuova generazione”, progettato dall’ingegnere Tilke. In questo circuito Michael Schumacher ha conquistato, con la Ferrari, il successo numero 91, l’ultimo della carriera: record in Formula 1 (inseguito da Hamilton).

Leggi anche:
Biaggi vs Rossi: dove ci siamo fermati?

Seguici anche su instagram

F1 | In arrivo le tribune dedicate a Charles Leclerc

F1 cina coronavirus poi. dopo