F1 | GP del Bahrain: Analisi simulazione qualifica

Ferrari davanti a tutti al termine delle prime due sessioni di prove libere, Mercedes in leggera difficoltà. simulazione qualifica gp bahrain f1

Foto: formula1.com (S.Vettel n.5)

La situazione rispetto al GP d’Australia si è completamente ribaltata: la Ferrari probabilmente è riuscita, in qualche modo, a sistemare i problemi riscontrati a Melbourne e al termine delle PL2 si è ritrovata al comando con circa 6 decimi di vantaggio sulle due Mercedes. Il circuito del Bahrain è completamente diverso rispetto a quello dell’Albert Park, quindi per certi versi ci si poteva aspettare un cambiamento importante. Ciò nonostante la situazione prima del Bahrain sembrava abbastanza critica per le rosse visto il grande distacco accusato in gara a Melbourne. La sensazione di molti è che la Mercedes non abbia espresso tutto il proprio potenziale, mentre Lewis Hamilton lancia già un segnale d’allarme, preoccupato per le prestazioni sottotono rispetto al primo GP della stagione: a chi bisogna credere?

Foto: formula1.com (L.Hamilton n.44)

Classifica simulazione qualifica (tempi combinati PL1 e PL2):

1. Ferrari (Sebastian Vettel) 1:28.846
2. Mercedes (Lewis Hamilton) 1:29.449 [+0.603]
3. Renault (Nico Hulkenberg) 1:29.669 [+0.823]
4. Red Bull (Max Verstappen) 1:29.725 [+0.879]
5. Haas (Kevin Magnussen) 1:30.000 [+1.154]
6. McLaren (Lando Norris) 1:30.017 [+1.171]
7. Toro Rosso (Daniil Kvyat) 1:30.093 [+1.247]
8. Racing Point (Sergio Perez) 1:30.716 [+1.870]
9. Alfa Romeo (Kimi Raikkonen) 1:31.088 [+2.242]
10. Williams (George Russell) 1:31.904 [+3.058]

Il tempo fatto segnare da Sebastian Vettel è stato incredibile, ma nessuno all’interno del paddock vuole lasciarsi impressionare da questo risultato, timorosi che in qualifica si possa presentare un situazione diversa. Nonostante tutte le speculazioni, in Mercedes non sembrano così tanto tranquilli: lo stesso Hamilton è sembrato molto preoccupato e per la gara non sembra del tutto ottimista. La W10 è sembrata molto nervosa e imprecisa in alcuni punti del tracciato a differenza della SF90. Anche in Red Bull c’è grande preoccupazione: Verstappen non sembra del tutto convinto del potenziale Honda nonostante la ottima prestazione all’Albert Park. La sorpresa di giornata, però, è stata la Renault con Hulkenberg, che è riuscito a piazzarsi davanti alla Red Bull motorizzata Honda. Chi ha deluso molto è stata l’Alfa Romeo,  ma bisogna anche considerare che entrambi i piloti hanno girato poco nell’ultima sessione di prove libere non riuscendo quindi a completare una simulazione di qualifica vera e propria.

Gran Premio Bahrain 2019 – Prove Libere 3 in diretta [LIVE FP3]