F1 | GP del Messico, Qualifiche – AlphaTauri, Tsunoda: “In gara miriamo alla zona punti”

Le qualifiche del GP del Messico non sono state eccellenti per l’AlphaTauri. La vetture scivolavano troppo e sono rimaste entrambe eslcuse dal Q3. Rimane accesa la sfida in campionato Costruttori con Haas.

GP del Messico AlphaTauri Pierre Gasly Qualifiche
Pierre Gasly alla guida della sua AlphaTauri nelle qualifiche del GP del Messico. Fonte: @AlphaTauriF1

Le qualifiche del GP del Messico si sono concluse con Max Verstappen davanti a tutti, seguito dalle Mercedes che sembrano aver trovato la quadra per il weekend. Il pilota di casa Perez partirà quarto, ma farà di tutto per migliorare la sua posizione. Delude la Ferrari, che ha preferito trovare un migliore assetto da gara, perdendo terreno in qualifica.


Leggi anche: F1 GP Messico, qualifiche Ferrari – Binotto: “Massimo carico scelta giusta, tiriamo le somme domani. DRS di Leclerc rotto”


Dopo un buon feeling nelle libere, sembrava che l’AlphaTauri ne avesse per rientrare nei primi dieci. Ancora una volta, la qualifica non rispecchia le aspettative: Tsunoda tredicesimo, Gasly quattordicesimo. Sulle vetture dei piloti del team di Faenza sono stati differenziati i lavori, ma il risultato ottenuto è lo stesso. Sulla macchina del giapponese il lavoro si è concentrato per lo più sul set-up ad alto carico aerodinamico.

Sulla monoposto del francese sono state sostituite delle componenti per migliorare il riscaldamento degli pneumatici anche se continuano ad esserci problemi ai freni.

La stagione non è ancora finita e, nonostante gli scarsi risultati, per l’AlphaTauri c’è ancora la sfida nel campionato Costruttori contro la Haas. Dalle qualifiche il team di Faenza dovrebbe essere avvantaggiato per la gara.

Le dichiarazioni dei piloti post qualifiche

Il giapponese Yuki Tsunoda ha espresso la sua amarezza per aver mancato la Q3, a sua detta tangibile per il feeling di questi giorni. Il buon proposito per la gara è di entrare nella zona punti. “Peccato non essere riusciti a entrare in Q3 oggi. In prova avevamo avuto un passo davvero competitivo quindi penso che avremmo dovuto essere lì. La posizione in pista nel nostro ultimo giro veloce in Q2 non è stata ottimale e questo non mi ha permesso di portare la macchina in temperatura, compromettendo il tentativo. Dobbiamo sfruttare meglio tutte le opportunità che si presenteranno in gara e mirare alla zona punti”.

Il francese Pierre Gasly invece è sembrato soddisfatto del giro in Q2, ma la sua monoposto scivolava troppo in pista. “Il weekend era partito molto bene, ma dalla terza sessione di libere abbiamo iniziato a faticare e scivolavamo dappertutto. Ero abbastanza soddisfatto del mio ultimo giro cronometrato, purtroppo però non avevamo il passo. Dovremo provare qualcosa di diverso, la pista è insidiosa. Il nostro passo nei long run sembra più consistente, sicuramente in gara avremo l’occasione di recuperare”.

 

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter