Calendario F1Formula 1

F1 | Gp di Silverstone, Monaco e Monza a rischio? Una panoramica dei contratti

Nei prossimi anni scadranno i contratti con alcuni dei circuiti storici del calendario come Silverstone, Monaco e Monza, ma non solo: ecco una panoramica della situazione dei 24 GP attuali

La momentanea cancellazione del GP di Barcellona per lasciare il posto al nuovissimo tracciato cittadino di Madrid segna l’ennesimo pensionamento di un circuito storico. Ma quello di Barcellona non è il solo GP a rischio: anche Silverstone, Monaco e Monza sono in scadenza di contratto.

La situazione con i contratti dei singoli circuiti è molto intricata e si alternano quelli con clausole a lungo termine e quelli che si vedono messi a rischio. Entro il 2025, infatti, andranno in scadenza ben 9 degli attuali 24 circuiti presenti nel calendario della prossima stagione.

gp monaco silverstone monza
Monza è uno dei tracciati “a rischio”, secondo Stefano Domenicali – @Autodromo_Monza

Nel 2024 andranno in scadenza proprio Silverstone e Suzuka con entrambi i circuiti che potrebbero essere messi seriamente a rischio. Permanenza non scontata neppure per Monza, Montecarlo, Città del Messico, Shangai, Imola, Spa e Zandvoort con i contratti in scadenza nel 2025.


Leggi anche: F1 | Ferrari in acqua? Il mistero si infittisce: “Gareggeremo dove non sia mai stati”


Situazione più tranquilla per Austin e Baku che vanno in scadenza nel 2026 (assieme a Barcellona che non dovrebbe essere riconfermata) e per Singapore e per il gioiellino di Marina Bay che ha un contratto assicurato fino al 2028.

Tutti gli altri circuiti invece hanno una situazione molto più agevole e si sono già assicurati la permanenza a lungo termine. Nello specifico vediamo Interlagos, Jeddah, Red Bull Ring (Austria), Yas Marina con il contratto fino al 2030.

Seguono ancora Miami e Montreal fino al 2031, Losail e Hungaroring e Las Vegas fino al 2032. I contratti più lunghi per il momento appartengono al Bahrein con il circuito di Sakhir, l’Albert Park australiano e il nuovo innesto cittadino che ospiterà il GP di Spagna a Madrid.

Dalla panoramica si può facilmente dedurre che sono proprio i circuiti storici ad essere messi a rischio. Eppure alcuni circuiti, proprio come l’Autodromo di Monza, hanno già iniziato i lavori di ammodernamento per consentire di allungare la loro permanenza storica nel calendario di F1.


Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter