F1 | GP d’Italia – Delusione Mercedes, Hamilton: “Il segnale di chiusura della pit lane? Non sapevo che fosse a sinistra”

GP d’Italia deludente per la Mercedes che ha concluso la gara in quinta e settima posizione dopo un inizio in cui la monoposto di Hamilton ha dominato. A cambiare le carte in tavola, infatti, è stata la penalità inflitta ad Hamilton per essere entrato in pit lane quando questa era già chiusa. Una svista che l’inglese ha voluto chiarire con gli stewards…

Mercedes GP d'ItaliaFonte: Mercedes

Doveva essere l’ennesima gara vinta dalla Mercedes ed invece il GP d’Italia 2020 è diventata la gara in cui Gasly è riuscito a conquistare la sua prima vittoria. Un risultato sorprendente in un GP  di cui si credeva di conoscere già a memoria il copione.

Ed invece è andata diversamente, lasciando tutti con il fiato sospeso fino all’ultima curva e consegnando il podio a tre giovanissimi. Felicissimo Pierre Gasly, come è ovvio che sia, deluso ed amareggiato Hamilton che quella gara credeva già di averla in tasca.

La svista che ha stravolto la gara

A cambiare le carte in tavola, infatti, è stato lo stop and go di 10s ricevuto dopo essere entrato nella corsia box, per effettuare un pit stop, mentre questa era chiusa. All’uscita della parabolica, infatti, Magnussen era stato costretto a fermarsi per problemi tecnici costringendo la safety car ad entrare in pista.

A quel punto, nonostante la pit lane fosse chiusa, Hamilton e Giovinazzi hanno deciso di rientrare nei box, non essendosi accorti del divieto. Una svista, dunque, che il leader del campionato ha voluto capire e chiarire. Sempre alla parabolica, infatti, Leclerc ha terminato la sua gara dopo essersi schiantato durante il ventiquattresimo giro.

Ed è proprio durante il lungo stop, servito a rimuovere la monoposto distrutta del monegasco dalla pista, che il sei volte campione del mondo si è allontanato per andare a parlare con gli stewards. “Prima di tutto sono andato a parlare con il mio team. Loro però non avevano nessun video e io volevo capire cosa era successo”

“A quel punto sono andato dagli stewards. Volevo capire perché mi ero meritato una penalità. Io non mi ero accorto che la pit lane fosse chiusa, ne ero sicuro” ha detto Hamilton. “Loro però mi hanno fatto rivedere il video. In effetti c’erano due segnali con una “x”. Mi sono sfuggiti totalmente. Credo di non averli visti perché non guardavo in quel punto”

Tra l’altro non sapevo neanche che le luci che avvertono della chiusura della pit lane si trovano sulla sinistra. Per me è stata una scoperta” ha spiegato a Motorsport.com.

Il sei volte campione del mondo ha poi voltato pagina e si è congratulato con il vincitore della gara: “Pierre è un ragazzo stupendo e ha talento. Inoltre è bellissimo vedere un podio così giovane. Bisogna anche pensare che Gasly è stato costretto a lasciare lo stesso top team che oggi ha battuto, è semplicemente fantastico, dunque, vedere quanto è cresciuto”

“Per quanto riguarda me, invece, sono ovviamente deluso ma impareremo anche da questo errore. Certo è stato difficile, anche perché all’inizio il gap tra me e la vettura davanti era di 26 secondi. Ho cercato di dare il massimo e sono riuscito a sfruttare bene le gomme e a mantenere la calma per evitare di fare errori. Quindi tutto sommato, non è andata male, visto che sono comunque riuscito a conquistare dei punti

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

F1 | GP Italia – L’analisi onboard e del team radio di Hamilton durante la Safety Car