F1 | GP Francia – Analisi post gara Pirelli: strategia vincente della Ferrari, che permette a Vettel di fare il giro veloce

Sotto il sole cocente del GP di Francia sponsorizzato dalla Pirelli, Sebastian Vettel è stato uno dei pochi ad eseguire un secondo pit stop, con il quale si è aggiudicato il punto extra per il giro veloce.  Molto blistering sulle gomme Mercedes, mentre Charles Leclerc ha saputo gestirle bene, arrivando ad ‘infastidire’ Valtteri Bottas all’ultimo giro per cercare di soffiargli la seconda posizione. GP Francia Pirelli

Gp Francia Pirelli
Charles Leclerc e Sebastian Vettel, Le Castellet – Prove libere – formula1.ferrari.com

Nonostante la maggior parte dei piloti in griglia abbia eseguito un solo pit stop, passando dalla medium alla hard nella maggior parte dei casi, Scuderia Ferrari ha osato e ha fatto fermare Sebastian Vettel una seconda volta. La tattica si è dimostrata vincente, poiché il pilota ha soffiato il giro veloce – e il punto bonus – a Lewis Hamilton. Con i dati forniti da Pirelli, andiamo a ripercorre i punti chiave della gara. GP francia pirelli

I punti salienti della gara

  • Visti i livelli di usura e degrado previsti per il caldissimo GP tutti i piloti, tranne sette, hanno fatto il primo stint su gomme medium. Una strategia a una sola sosta partendo sulle soft è stata possibile, come mostrato in gara da Pierre Gasly.
  • Le monoposto di Formula 1 sono sempre più veloci: Valtteri Bottas, a metà gara, ha eseguito un giro più veloce di quello della pole in Francia del 2018. Il tutto con più carico di benzina rispetto ad una qualifica e con mescola più dura (la mescola C2 2019 corrisponde alla medium 2018; in qualifica venne usata la supersoft)
  • Alcuni piloti sono partiti sulla hard, come Lance Stroll, che al primo pit stop ha montato la medium
  • Sebastian Vettel si è aggiudicato il punto extra, mettendo le soft a due giri dalla fine. Ha anche segnato il nuovo record della pista, 1:37.740, di poco più veloce di quello eseguito da Hamilton su un set di hard usate.

GP Francia Pirelli

Le parole di Mario Isola, responsabile Pirelli F1 e Car Racing

“Il GP di Franciaè stato una dimostrazione di come siano più veloci le monoposto rispetto lo scorso anno, nonostante le altissime temperature. Tuttavia. la maggior parte dei piloti si è fermato una volta sola e ha adottato la strategia medium-hard, che avevamo indicato come migliore per questa gara. Ci riteniamo soddisfatti delle prestazioni delle gomme nel corso del weekend, nonostante le temperature dell’asfalto davvero elevate.

GP Francia Pirelli

Ora ci prepariamo per la gara in Austria e per il primo back to back della stagione.” 

 

Foto e dati Pirelli

 

Seguici su Facebook

Formula E | Berna E-Prix, Venturi in difficoltà e Massa polemico per la decisione della FIA

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.