F1 | GP Francia – Flop Ferrari, gli incubi di Leclerc in radio: “Gara terribilmente difficile, con le medie… mio Dio” [VIDEO]

Il crollo della Ferrari non risparmia Leclerc: in Francia il monegasco è solo in P16 e in team radio la frustrazione è tangibile.

Domenica buia per la Ferrari, forse la più buia di questo avvio di 2021. Una domenica che riporta alla memoria le usuali disfatte del 2020, mostrando una rossa fragile che, dopo una buona qualifica, si schianta in gara, portando a Maranello nemmeno un punticino. Il weekend in Francia riconsegna a McLaren la terza posizione iridata nel costruttori ed evidenza i severi problemi della SF21 con gli pneumatici. francia ferrari leclerc

Il tracollo della squadra modenese è evidente e non risparmia Charles Leclerc. Il giovane monegasco non riesce a trovare una soluzione, introvabile oggi, per far andare la sua monoposto. Monoposto che evidenzia in Francia grande precocità, trattando le coperture come peggio non si può e consumandole in un nulla.


Leggi anche: F1 | GP Francia – Ferrari, che disastro! Zero punti, Sainz: “Che guai con le gomme, già dal Bahrain”


L’agonia per Charles, P16 al traguardo, è terminata solo con la bandiera a scacchi. Alla conclusione della corsa, eloquente è stata la comunicazione radio di Leclerc: “Dannazione. Oggi è stato terribilmente difficile. Con le gomme dure il ritmo stava migliorando, ma con la mescola media… mio Dio”.

Sceso dalla vettura, il #16 del team emiliano ha dichiarato: “È stata una gara davvero dura per me e Carlos. Verso la fine abbiamo provato a montare altre gomme medie per vedere se c’era qualcosa che avremmo potuto fare meglio. La musica è stata la stessa: siamo andati bene per tre o quattro giri, poi siamo crollati da pazzi“.

“È difficile trovare le parole per descrivere questo weekend e trovare una spiegazione. Dobbiamo analizzare e capire, questa è una nostra grande debolezza“, ha concluso il 23 di MonteCarlo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.