F1 | GP Francia – Kubica davanti a Russell per la prima volta: “E’ stata una bella lotta”

Weekend in linea con il resto della stagione per la Williams, ma con un cambio di gerarchie: Robert Kubica conclude in 18° posizione davanti al rookie Russell. I due hanno più volte battagliato nel corso della gara nelle retrovie, ma a spuntarla è il pilota polacco. Russel Kubica Williams

Russell Kubica Williams
Credits: Williams Russell Kubica Williams

Nonostante il ritmo dimostrato ieri testimoni un passo avanti in termini di prestazioni da parte della Williams, la squadra inglese è ancora lontana dal potersi unire alla bagarre dei team di centrogriglia. Ciò che resta a Kubica e Russell è la lotta interna nel team, finora dominata dal giovanissimo Russell. Russell Kubica Williams
Tuttavia la gara di ieri ha rappresentato un’inversione in tendenza nel duello polacco-inglese: Kubica ha vinto il confronto sia il sabato – qualificando 18° contro la 20° posizione di Russell – che in gara, tagliando la linea del traguardo in 19° posizione, appena davanti alla monoposto del diretto rivale.

Le parole dei due piloti

Robert Kubica

Più che soddisfatto del risultato conseguito, Kubica racconta così la propria gara, nella speranza di trovarsi presto tra le mani una vettura competitiva per lottare per posizioni che contano:

“Le gomme si sono comportate meglio di quanto ci aspettassimo, è stato meno complicato gestirle. Il mio primo giro è stato ottimo, ho preso alcune decisioni corrette senza prendermi troppi rischi. Il resto della gara è andato bene, ho un po’ faticato con le gomme posteriori in un certo momento della corsa ma le ho comunque tenute sotto controllo. La lotta con George [Russell, ndr.] è stata una bella esperienza per quando l’auto sarà più veloce.




George Russell

Gara un po’ più complicata per l’inglese, obbligato a sostituire l’ala anteriore danneggiata nella bagarre con Kubica:

“Nel mio primo tentativo di passare Robert all’esterno, sono andato largo e ho colpito un cartellone di polistirolo. Pensavamo non fosse troppo un problema ma più avanti abbiamo scoperto un danno all’ala anteriore, e per ragioni di sicurezza abbiamo deciso di cambiarla. Il passo sembrava solido, dobbiamo avere pazienza, imparare il più possibile e sperare che tra un certo numero di gare cominceremo a lottare. Comunque, non sono né soddisfatto né deluso, mi sento normale”. 

L’inglese si è comunque reso protagonista con uno splendido sorpasso ai danni proprio di Kubica prima di fermarsi ai box per sostituire l’ala, forse la più bella manovra del weekend.

 

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"