F1 | GP Francia – Qualifiche Red Bull, Perez: “In gara siamo più forti, obiettivo doppietta”

Il compagno fa la pole, ma Sergio non è lontano: Perez e Horner commentano le qualifiche della Red Bull in Francia.

qualifiche red bull francia

La Red Bull arriva a Le Castellet per suffragare la propria leadership in entrambe le graduatorie mondiali. La pole position di Max Verstappen, la seconda del 2021 per l’olandese, pone il #33 nella miglior posizione per approcciare alla gara. Nelle due caselle vicine a quella del poleman le due Frecce Nere proveranno l’assalto in partenza, ma Checo non è lontano. qualifiche red bull francia

Il messicano ha messo la sua Red Bull in quarta posizione, concludendo il Q3 in P4 a 455 millesimi dal compagno di box.

L’ex Racing Point ha così commentato la sua sessione di qualifica: “Non è stata l’ideale”, ammette Perez. “Penso che la prima fila fosse alla portata, ma ho commesso un errore nel mio ultimo giro in Q3. Mi è costato un bel po’ di tempo”, rivela il 31enne di Guadalajara.

“Era un buon tentativo, mi sentivo a mio agio nell’abitacolo, però sono andato lungo sui cordoli in curva 12. In quel momento il giro è di fatto finito”, dice Checo.

Sergio volge poi lo sguardo alla gara: “La domenica è quando conta veramente. In gara abbiamo un ritmo migliore che in qualifica: sarà una battaglia serrata con Mercedes, dovrò mettere pressione sin da subito”.

“Penso che un fattore decisivo per la gara sarà la gestione degli pneumatici. L’auspicio è quello di battere i Mercedes in questo”, racconta la seconda guida Red Bull. “Le mie partenze sono state buone, bisogna guadagnare posizioni al via: l’obiettivo è conquistare la doppietta, conclude Perez, lasciando spazio al suo capo, Christian Horner.

Il britannico, team principal del team taurino, commenta: “Max ha fatto una grande prestazione ed avere Checo lassù è una grande soddisfazione. Partire dalla pole dà fiducia, ma ci aspettiamo la Mercedes molto forte“.

“Paul Ricard è per loro una roccaforte, sarà importante vedere se possiamo batterli qui”, dice il boss del team anglo-austriaco. “Avere due monoposto davanti ci permette di poter guardare a diverse strategie. Importante sarà essere puliti senza contrattempi”, conclude Horner.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.