F1 | GP Francia – Strategie per la gara: Pirelli prevede una sosta, ma attenzione all’incognita meteo

Il GP di Francia a Le Castellet, composto da 53 giri, è impostato su un’unica sosta: attenzione, però, all’incognita meteo, che potrebbe portare a safety car e a strategie differenti in gara.

strategie gara pioggia Francia
credits: Pirelli Motorsport

Dopo un anno di assenze causa Covid-19, torniamo a Le Castellet. Il GP di Francia viene spesso additato come tra i più noiosi all’interno del calendario, ma l’incognita meteo potrebbe cambiare le carte in gioco e le strategie per la gara.

Il Gran Premio di 53 giri è impostato per essere di uno stop solo. Tutti i piloti che si trovano nella top 10 partiranno con gomme medie. Per Pirelli, in questo caso, la scelta più logica da fare sarebbe quella di fermarsi e montare gomme dure per arrivare a fine gara. Per quelli più in basso in classifica, si potrebbe pensare di partire con gomme dure, prima di passare alle gomme medie o soft più avanti nella gara, per recuperare posizioni.
Uno stop da soft a media è decisamente troppo impegnativo, soprattutto se non dovesse piovere e facesse caldo; l’unica altra scelta che Pirelli prende in considerazione è quella da soft a dure (anche se ciò richiede un po’ di gestione delle gomme all’inizio, sulle soft).
Tuttavia, c’è anche, come abbiamo detto all’inizio, la possibilità che possa piovere nelle ore prima della gara. Per ora non sembra che questa persista anche durante la corsa, ma questo non si può mai sapere. Nella notte non è piovuto, ma il cielo ora sembra essere molto cupo.


Leggi anche

F1 | GP Francia, griglia di partenza: prima fila Max-Lewis, Sainz quinto e Top10 sulle medie


Mario Isola

“La decisione quasi unanime di utilizzare la gomma gialla media in Q2 dà un’idea di cosa possiamo aspettarci dalla strategia di gara di domani, con la mescola media che offre una maggiore resistenza ed è più duratura rispetto alla morbida, senza costare troppo in termini di prestazioni. Ma con tutti i primi 10 che iniziano con medie, questo lascia la strada libera a quelli dietro di loro per provare qualcosa di diverso tatticamente e potenzialmente ottenere un vantaggio nelle prime fasi della gara. Questo potrebbe essere il caso in particolare se domani dovesse piovere e le temperature scendono, i team andrebbero a definire strategie totalmente diverse. Congratulazioni a Max Verstappen e alla Red Bull per la pole position, che è anche la 250esima pole Pirelli in Formula 1“.

I set ancora disponibili per ciascun pilota:

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.