F1 | GP Francia – Toto Wolff: “Il concetto aerodinamico della Mercedes è quello giusto”

Toto Wolff si gode l’ottava vittoria su otto gare del 2019 e quella che probabilmente è la migliore vettura costruita dalla Mercedes in questi anni di trionfi.

Toto Wolff GP Francia
Toto Wolff – Foto: twitter Mercedes-AMG F1

Il dominio della Mercedes prosegue anche a Le Castellet, dove è arrivata la sesta doppietta stagionale. Sulla pista situata sulla Costa Azzurra, già alla vigilia ci si aspettava una Mercedes che avrebbe fatto un sol boccone degli avversari e così è stato. Le due Frecce d’argento hanno condotto la gara praticamente dall’inizio alla fine. Toto Wolff GP Francia Toto Wolff GP Francia

Il team principal della scuderia di Brackley, Toto Wolff, spiega ai microfoni di Sky Italia i motivi del facile successo ottenuto nel gran premio di Francia: “Questo circuito, insieme a quello di Barcellona, credo sia stato il migliore per noi fino adesso. Questa pista presenta curve di tutti i tipi: lente, medie e veloci ed è dunque un circuito ottimo per le caratteristiche della nostra macchina. Sono sicuro che il concetto aerodinamico con cui è stata costruita la vettura di quest’anno sia quello giusto. Manca un po’ di potenza, ma andiamo forte in curva. Per questo motivo su questa pista siamo andati così forte.

Tra una settimana si torna sia in pista al Red Bull Ring e lì la situazione potrebbe cambiare: “In Austria il circuito è totalmente diverso. Le previsioni dicono che ci saranno 32 gradi. Ci sono lunghi rettilinei e la pista dovrebbe essere favorevole alla Ferrari. Speriamo di avere un bella battaglia con la Ferrari”.

Chi pare aver perso lo smalto di inizio stagione è Valtteri Bottas. Il finlandese sembrava quest’anno riuscire a tenere testa al compagno di squadra e ad essere il suo principale contendente lotta per il titolo. Ma il pilota inglese a Le Castellet ha ottenuto la quarta vittoria consecutiva e Bottas sembra non riuscire più a contrastare il suo strapotere.

Dopo aver condotto per intero la gara in seconda posizione, il finlandese si è visto avvicinare pericolosamente da Leclerc che per poco non gli ha portato via la seconda posizione. Wolff commenta così la situazione del suo pilota: “Se Valtteri potrebbe calare vedendo come sta guidando Lewis? Speriamo di no. Alla fine ha perso 4 secondi durante la Virtual Safety Car. La fase è stata molto breve e per questo si è un po’ distratto”.

Dalla gara di Montreal non si è ancora finito di parlare della penalità inflitta a Sebastian Vettel e dei regolamenti che non permetterebbero ai piloti di poter combattere in pista. Anche Wolff si è espresso a riguardo: Io sono il primo sostenitore di regole più aperte. Voglio che i piloti che guidano queste macchine siano dei gladiatori. E’ sempre difficile trovare un punto di accordo perchè abbiamo visto degli incidenti gravi e per questo dobbiamo scrivere nel regolamento cosa va bene e cosa no. La prima regola che introdurrei? Quando c’è un contatto, lasciar correre in caso di situazione non totalmente chiara.

F1 | GP Francia, Mattia Binotto: “Lontani, ma sulla strada giusta”