F1 | GP Francia, Wolff su team radio (e futuro) di Bottas: “L’ho adorato, vedo reali progressi”

Momenti concitati nel GP di Francia tra Bottas ed il muretto sulla strategia: Toto Wolff espone il suo punto di vista sull’acceso team radio e la condizione del pilota.

L’acceso team radio di un impetuoso Valtteri Bottas accende le discussioni al Paul Ricard. Mercedes perde la gara, anche strategica, con Red Bull ed il finlandese si lamenta con veemenza nelle comunicazioni radio con il muretto. Valtteri non ci sta, avrebbe voluto due soste, lo aveva detto al proprio team che però – evidentemente – non l’ha ascoltato. wolff bottas francia

“La strategia vincente era quella a due soste oggi, ma l’abbiamo realizzato tardi. L’ho detto al team ma forse erano troppo impegnati a completare la strategia ad una sosta pensando che fosse la migliore. Però non lo era”, ha ribadito il 31enne di Espoo nel post gara. Non la pensano allo stesso modo i membri del team, su tutti Toto Wolff.


Leggi anche: F1 | GP Francia – Bottas furioso nel TR: “Perché ca**o non mi avete ascoltato quando vi ho detto che era una gara a due soste?”


Il team principal della Mercedes è intervenuto in conference call riguardo alla strategia ed al team radio del suo pilota. Sulla comunicazione radio, Wolff ha detto: L’ho adorato. Finalmente Valtteri si è aperto e comincia a criticare!”

Pensiamo ancora che la strategia ad uno stop fosse la migliore. La lotta per il podio ha però portato ad utilizzare oltremisura le gomme”, ha dichiarato Toto.


Leggi anche:  F1 | GP Francia – Mercedes abbattuta nel suo feudo, Wolff: “Pensavamo di essere protetti dall’undercut. Non lo eravamo”


Wolff si lascia poi andare a parole piuttosto dolci per il #77 del proprio team: Valtteri sa che il modo migliore che ha per rispondere ai rumors è quello di essere veloce in pista. Oggi per me ha fatto una buona gara: è stato a contatto con Lewis e Max per grande parte della corsa. Si può migliorare ancora sulla gestione gomme, ma parliamo di dettagli”, ha rivelato l’austriaco. Vedo un reale progresso su come affronta le gare. Sulle qualifiche non abbiamo mai dubitato”, ha concluso il leader della scuderia.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.