F1 | GP Germania: Analisi simulazione qualifica e passo gara del venerdì

Max Verstappen chiude l’ultima sessione di prove libere del venerdì davanti a tutti, Ferrari e Mercedes non distanti vicine. Analisi passo qualifica

Foto: formula1.com

Max Verstappen ritorna davanti a tutti in una sessione di prove libere dopo un Gran Premio di Gran Bretagna molto complicato per la Red Bull che lo aveva vista tagliata fuori dalla lotta per la vittoria, diventata poi una questione tra Mercedes e Ferrari. Il team anglo-austriaco si è trovato al proprio agio sul circuito del Hockenheimring, miglior tempo sulla simulazione qualifica e un ottimo passo gara, ma comunque appena superiore di un solo decimo a Mercedes e Ferrari.

Analisi passo qualifica
Foto: formula1.com

Simulazione qualifica:

Nella simulazione qualifica è stata la Red Bull a far segnare il miglior tempo, quello di Max Verstappen nelle FP2; la Mercedes però non sembra così distante grazie al tempo di Lewis Hamilton, Ferrari leggermente attardata soprattutto con Kimi Raikkonen. Nel centro gruppo spuntano le due motorizzate Ferrari, se per la Haas si tratta solo di una conferma come quarta forza in campo, è la Sauber la vera sorpresa con un Charles Leclerc particolarmente in forma.

Appena dietro a Haas e Sauber, la Renault di Nico Hulkenberg (protagonista di una escursione sulla sabbia durante le FP1) e la Force India di Esteban Ocon, entrambi accusano un distacco dalla testa di circa 1,4 secondi. Toro Rosso appena davanti alla McLaren, e c’è veramente da chiedersi cosa stia accadendo al team britannico visto l’inizio di stagione promettente e poi il tracollo nelle ultime gare (gara di Silverstone a parte). La Williams inesorabilmente in ultima posizione.

Di seguito la classifica dei tempi combinati del venerdì:

1 Red Bull (Max Verstappen) 1:13.085s

2 Mercedes (Lewis Hamilton) 1:13.111s +0.026s

3 Ferrari (Sebastian Vettel) 1:13.310s +0.225s

4 Haas (Romain Grosjean) 1:13.973s +0.888s

5 Sauber (Charles Leclerc) 1:14.374s +1.289s

6 Renault (Nico Hulkenberg) 1:14.496s +1.411s

7 Force India (Esteban Ocon) 1:14.508s +1.423s

8 Toro Rosso (Pierre Gasly) 1:14.793s +1.708s

9 McLaren (Fernando Alonso) 1:14.836s +1.751s

10 Williams (Lance Stroll) 1:15.269s +2.184s

Foto: formula1.com


Simulazione passo gara (approfondimento)

Nel passo gara la Red Bull si conferma ancora davanti con un vantaggio di circa 2 decimi su Mercedes e Ferrari, distacco che potrebbe notevolmente diminuirsi nel corso del weekend. Nel centro gruppo cambiano invece le gerarchie, con la Renault e la Force India davanti alle due motorizzate Ferrari, Sauber e Haas. Toro Rosso molto vicine alle vetture davanti mentre la McLaren sembra essere nella terra di nessuno con un distacco di circa 1,9 secondi, troppo distante da Toro Rosso (per ora) e avanti rispetto alla Williams (ancora ultima).

Di seguito la classifica del passo gara:

1 Red Bull

2 Mercedes +0.2s/lap

3 Ferrari +0.2s/lap

4 Renault +1.3s/lap

5 Force India +1.5s/lap

6 Sauber +1.6s/lap

7 Haas +1.6s/lap

8 Toro Rosso +1.6s/lap

9 McLaren +1.9s/lap

10 Williams +2.2s/lap

Foto: formula1.com

Per la gara di domani si preannuncia cielo sereno ma per la qualifica sembrerebbe esserci una piccola probabilità di pioggia, per questo motivo molti team si sono concentrati maggiormente sulla simulazione passo gara invece della simulazione qualifica. Le gomme portate qui da Pirelli hanno dimostrato un ottimo comportamento tranne le Ultrasoft che si sono dimostrate intrattabili durante le numerose simulazioni di passo gara, quindi potrebbe essere auspicabile vedere i tre top team (Mercedes, Ferrari e Red Bull) provare a qualificarsi nel Q2 con la gomma Soft per evitare di utilizzare la gomma dalla banda viola in gara.

F1 | GP Germania 2018 – Analisi novità aerodinamiche e tecniche