F1 | GP Germania – Grosjean regala due punti alla Haas: “Stiamo lavorando bene, era solo questione di tempo”

Il pilota francese taglia il traguardo del GP dell’Eifel in nona posizione e torna in zona punti ad oltre un anno di distanza dall’ultima volta. Magnussen, penalizzato dalla strategia, conclude invece al 13° posto. Haas GP Germania Grosjean.

Haas GP Germania Grosjean
Credit: haasf1team.com

I due piloti del team americano iniziano la gara con pneumatici di diversa mescola. Grosjean con le medie mentre Magnussen con le soft. Il francese, dopo un caotico primo giro, si ritrova in fondo al gruppo, ma riesce ad allungare parecchio il primo stint, fino al giro 29 dei 60 previsti. Haas GP Germania Grosjean.

Esce dalla corsia box in 15esima posizione, ma approfittando di alcuni ritiri e della seconda sosta di molti piloti che lo precedevano, risale in 11esima posizione. Quando esce la Safety Car per lo stop della McLaren di Lando Norris, il francese resta in pista e si issa addirittura in settima posizione.

Quando la vettura di sicurezza rientra in pit lane e la gara riprende, Grosjean viene sorpassato da Gasly e Hulkenberg, che a differenza sua hanno cambiato le gomme. Ma nonostante gli pneumatici con diversi giri ed un dito dolorante, riesce a conservare la nona posizione ed a conquistare i primi due punti stagionali.

Magnussen invece, scattato con le soft, è costretto ad effettuare la sosta già alla conclusione del giro 14 ed una seconda sosta è stata per lui inevitabile. Una strategia che non si è rivelata favorevole come quella a singolo pit adottata per il compagno di squadra ed il danese ha così concluso fuori dalla top ten.

Per Grosjean, autore finalmente di una buona gara dopo diverse prestazioni incolore, sono due punti di puro ossigeno. Basti pensare che non terminava nei primi dieci addirittura dal GP di Germania della passata stagione ad Hockeheim. Ma il francese viene ormai dato con un piede e mezzo fuori dal team e dalla Formula 1 per il 2021 e difficilmente una singola prestazione gli basterà per conservare il sedile.

Romain Grosjean

“Ci si sente bene, finalmente. Abbiamo fatto un buon lavoro nelle ultime gare ma le cose non sono andate per il verso giusto. Ho detto ieri che l’imprevisto era il meglio che potevamo ottenere. Ovviamente abbiamo adottato una strategia diversa con le gomme: all’inizio è stato molto difficile. Da parte nostra, dobbiamo correre dei rischi, se seguiamo una strategia regolare non abbiamo il passo per essere lassù purtroppo. Siamo comunque riusciti a tenere duro e a fare una sosta in gara. Non è stata una buona notizia per me quando è arrivata la safety car, ma siamo riusciti a riportare un po’ di temperatura nelle gomme e mantenere la nona posizione. Quella è stata una buona notizia. Era questione di tempo prima che ottenessimo un buon risultato, ma sapevo che stavamo facendo un buon lavoro”.

Kevin Magnussen

“Oggi è stata una di quelle gare che hanno dato delle opportunità, quindi perdere questa opportunità è stato deludente. Avevamo una strategia sbagliata, ma non c’era modo di saperlo prima della gara. Abbiamo scelto la strategia che pensavamo ci avrebbe dato le migliori possibilità, ma poi la gara non è andata proprio come volevamo. Ho avuto anche dei danni precoci all’ala anteriore, quindi tutto sommato non era davvero la mia giornata, sono le corse”.

 

F1 | GP Germania, Ricciardo dopo la gara: “Sembra il mio primo podio”

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari