F1 | GP Germania – Hamilton vince ed eguaglia il record di Schumi: “Era impensabile raggiungerlo”

Partito secondo, Lewis fa una gara perfetta e conquista la vittoria n°91 a casa di Michael, entrando di diritto nella Storia del Motorsport.

F1 GP Germania
Hamilton col casco di Schumacher – Foto: F1 via Twitter

 

Quando Michael Schumacher vinse a Shanghai il novantunesimo Gran Premio della sua carriera, nessuno si sarebbe immaginato che un’altro pilota, un’altro fenomeno, un’altro campionissimo avrebbe raggiunto i numeri (da spavento) del Kaiser. Invece 14 anni dopo, proprio sul circuito che ha intitolato due curve al 7 volte iridato, quel record non sarà mai più solo ed esclusivamente appartenente all’ex pilota di Ferrari e Mercedes. F1 GP Germania

Eifel casa Mercedes

Se avesse registrato la Pole position nella qualifica di sabato pomeriggio, il Weekend di Hamilton si sarebbe potuto definire semplicemente perfetto; ma come sempre cosa contano sono i risultati, e i risultati arrivano la domenica.

Partenza a razzo quella del #44 che affianca Bottas, ma il finlandese ha il vantaggio di traiettoria e riesce a mantenere la testa. Fa una decina di tornate alle spalle del #77 mentre con un occhio tiene controllato il fenomeno Verstappen, che con quella RedBull riesce a rimanere attaccato ai Cavalieri Oscuri di Brackley. F1 GP Germania

“Ho fatto una bella partenza, ho cercato di evitare l’incidente con Valtteri, non so come ci sia riuscito ma complimenti a lui, mi ha colpito molto.”

Il momento che cambia la gara è il ritiro di Valtteri; il vincitore dell’ultima gara in Russia dopo aver amministrato magistralmente per il primo quarto di corsa, accusa problemi al motore (probabile nella parte ibrida) ed è costretto a finire nel garage. Lewis però è perfetto, calcolatore, e di errori ne fa tanti quanti i punti guadagnati dal#77 dopo il ritiro. Zero.

“Ho cercato di gestire il graining, sapevo che ci volevano giri prima di ritornare a spingere; Non è stata una gara semplice perchè le RedBull erano velocissime, in particolare Max. L’ unica opportunità che ho avuto è stata la partenza ma sono riuscito a creare un buon divario.”

Per il resto è una cavalcata verso la vittoria e l’abbattimento dell’ennesimo record. Inquadrato pochissimo, anche perché il vero spettacolo andava in scena qualche posizione più indietro, gira costante e senza sbavature; Conclude sotto la bandiera a scacchi dopo 60 giri con (soli) 4 secondi e mezzo da Verstappen e 14 da uno straripante ed ottimo Daniel Ricciardo.

F1 GP Germania
Rispetto tra Mick e Lewis

Rispetto

Da occhi lucidi l’abbraccio e lo scambio di complimenti tra Lewis e Mick Schumacher, il quale porge in regalo il casco (degli anni in Mercedes) del padre Michael. Un simbolo vero e concreto di un rispetto infinito tra il tedesco ed Hamilton, che ricordiamo essere stato il successore di Schumi sulle frecce d’argento dopo il ritiro.

“Ricordo quando giocavo con Michael sui videogiochi di Formula 1; Ho un enorme rispetto per lui. Quando ho iniziato la carriera non pensavo neanche di potermi avvicinare ai suoi successi. Solo quando sono entrato in Pit Lane, mi sono reso conto di averlo eguagliato.”  F1 GP Germania

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 GP Germania

 

F1 | Qualifiche GP Germania, Haas: “Questo è il massimo che la macchina può darci”

 

 

Marco Passoni

Progettato nel 1997, fotografo e studente di Comunicazione, Media e Pubblicità alla IULM. Ho sempre voluto lavorare nel mondo della Formula 1 sin da bambino e spero un giorno di arrivarci come responsabile comunicazione o marketing. Instagram: @marcopasso18