F1 | GP Germania – Hulkenberg racconta: “Chiamato mentre prendevo un caffè con un amico”

Nico Hulkenberg ha raccontato il suo sabato frenetico che l’ha visto di nuovo al volante della RP20 in sostituzione di Lance Stroll. Il tedesco partirà ultimo, mentre Perez scatterà dalla nona casella. GP Germania Hulkenberg

GP Germania Hulkenberg
Foto: Racing Point via Twitter

Nono posto per Sergio Perez ed ultimo per Nico Hulkenberg: questo il verdetto delle qualifiche per i due piloti della Racing Point. GP Germania Hulkenberg

Il pilota messicano ha fatto un unico tentativo nel Q3 avendo un solo set di Soft nuove, conquistando la sesta posizione scendendo in nona al termine della sessione.

Checo è comunque soddisfatto nonostante ci siano stati diversi ostacoli nella giornata di sabato: “È stata una giornata difficile per la squadra. Non solo abbiamo saltato il venerdì, cosa che ha interessato tutte le squadre, ma eravamo senza Lance e questo ha limitato ciò che abbiamo potuto imparare in mattinata nelle libere. Sicuramente avremmo potuto raccogliere di più in qualifica ma non avevamo un altro set di soft per Q3 per fare una secondo tentativo. Ma la cosa positiva è che ci siamo assicurati una posizione di partenza tra i primi 10 per la gara di domani. Sarà una gara piena di incognite, quindi se avremo un po’ di fortuna all’inizio possiamo puntare a un buon risultato.

“Spero anche che Lance si senta meglio e lo riavremo presto in squadra. Nico ha fatto un ottimo lavoro saltando in macchina senza aver provato e riprendendo familiarità con la macchina e il team in breve tempo.” aggiunge l’ex McLaren.

Hulkenberg ha sostituito un ammalato Lance Stroll senza percorrere nemmeno una volta la pista prima della qualifica con la RP20.

Il tedesco non ha potuto fare molto dovendosi adattare alla vettura e non è andato oltre l’ultimo crono. Tuttavia ha preso un distacco di solo poco più di quattro decimi dall’ingresso in Q2.

Nico parla del suo ritorno insperato in pista: “È stata sicuramente una stagione interessante di Formula 1. Ho ricevuto la telefonata da Otmar alle 11: ero seduto con un amico a prendere un caffè! Poi sono corso in macchina e sono arrivato qui il più velocemente possibile! Ho fatto i test COVID richiesti e probabilmente ho avuto circa 40 minuti con gli ingegneri prima di saltare in macchina per le qualifiche. Ovviamente il risultato non è stato strepitoso, ma mi sono divertito e ho imparato tante informazioni utili. Conosco la pista, ma è passato un po’ di tempo da quando la F1 ha corso qui – e la RP20 si è evoluta molto da quando l’ho guidata a Silverstone. Dovevo andare in pista e conoscere la macchina, sentire i livelli di grip e poi trovare il limite il più velocemente possibile”.

“Fare tutto questo in pochi giri è una grande richiesta, ma è una buona esperienza per il GP. Correremo e daremo il massimo in questa gara di casa davvero inaspettata!” conclude Hulkenberg.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Germania – Sintesi Qualifiche: Pole per Bottas seguito da Hamilton. Ottima prestazione di Leclerc

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.