F1 | GP Giappone – Vettel: “Verstappen spinge quando non dovrebbe!”

L’episodio chiave della gara di Sebastian Vettel a Suzuka è stato sicuramente il contatto con Max Verstappen alla “Spoon” (curva 13-14). Il tedesco recrimina per l’accaduto, fatale per lui, costretto dopo il contatto ed il relativo testacoda ad una rimonta furiosa fino alla P6. Ancora scintille dunque tra Sebastian e Verstappen, con Hamilton che ringrazia: l’inglese è sempre più vicino alla conquista del suo quinto titolo mondiale.

Le premesse del GP di Suzuka erano decisamente poco promettenti. Al di là dei punti di vantaggio di Hamilton sul ferrarista, la qualifica e scellerata scelta delle gomme nel Q3 da parte della Ferrari avevano contribuito a complicare ancor di più la situazione. Vettel in gara ha tirato fuori gli artigli, riuscendo a recuperare ben quattro posizioni subito dopo il primo giro, complice anche il contatto tra Raikkonen e Verstappen stesso. Una rimonta furiosa ma forse poco lucida, anche se è sempre facile parlare a conti fatti, mentre il tedesco era in macchina con la sensazione di un mondiale che svaniva sempre di più giro dopo giro. Dal GP di Singapore la Mercedes è tornata di colpo imprendibile, a Maranello hanno invece arrancato, complici gli errori del pilota e della squadra.

Dichiarazioni incidente Vettel – Verstappen

Vettel analizza così l’episodio chiave della sua gara:

“Ovviamente stavo spingendo per sorpassare ma non ero così disperato da dover cercare di farlo a tutti i costi. Lo spazio c’era, ma non appena mi ha visto, Verstappen si è difeso, ma ero io ad avere l’interno. Non appena Max si accorge che qualcuno gli sia vicino o affiancato prova, secondo me, a spingere anche quando non si dovrebbe più spingere.”

 

Tutti noi stiamo correndo, – prosegue il tedesco – ma la gara è lunga. Per me lo spazio c’era, altrimenti non ci avrei provato. Penso di aver corso per tutta la gara senza problemi, ho sorpassato altri piloti talvolta con maggior margine, talvolta con minor vantaggio. Chiaramente è normale che qualche volta si sia vicini, penso però che si debba sempre lasciare dello spazio e in questo caso io non sarei potuto andare da nessuna parte. Così ci siamo toccati.”

“Sapevo che lui avesse una penalità ma pensavo anche che noi fossimo più veloci. Lui stava risparmiando e ricaricando la batteria in quella curva e io lo stavo prendendo, avevo avuto una buona uscita. Ovviamente la safety car ci aveva aiutato ad essere più vicini. Max non mi ha lasciato abbastanza spazio e ci siamo toccati. Tutto questo fa parte delle corse, non ho rimpianti per il tentativo di sorpasso.”

Vettel commenta anche l’episodio che ha visto coinvolto Verstappen con Raikkonen:

Guardate l’episodio con Kimi – Max era fuori dal tracciato e rientra. Se Kimi avesse fatto la chicane normalmente avrebbero avuto un incidente. Non è sempre giusto che l’altro si debba muovere. Tutti noi corriamo, non c’è solo Max in pista. La gara è lunga.”

 


Le parole di Max

Verstappen invece non la vede come Vettel, commentando così gli episodi con Kimi e Sebastian:

Ho frenato leggermente troppo tardi nella chicane così ho fatto quello che avrei potuto fare per rientrare in pista. Penso di averlo fatto in maniera sicura perché non ero veloce al momento del rientro in pista. Kimi però ha scelto la linea sbagliata nella chicane, ci siamo leggermente toccati e penso che i cinque secondi di penalità siano ridicoli.”

Prima del pit stop mi sono toccato anche con Sebastian. In quella curva non si può superare. Gli ho dato spazio, ma lui ha sottosterzato toccando la mia macchina; è una peccato ma sono contento del podio.”

Visioni differenti e lotta continua tra Max e Sebastian, protagonisti di un contatto anche in Cina quest’anno. L’irruenza di Verstappen è certa, ma probabilmente Vettel ha azzardato troppo. La manovra era rischiosa e pericolosa, ma valeva la pena correre il rischio per un mondiale che ormai stava correndo via sempre di più. Sebastian sarebbe stato criticato se fosse rimasto bloccato dietro Verstappen, lo è stato per via del contatto. La cosa sicura è una soltanto: questo (ammesso che sia stata colpa di Vettel o Verstappen) è l’episodio più giustificabile rispetto agli altri che hanno coinvolto il tedesco nel corso della stagione.

F1 | GP Giappone – Renault: bene Sainz, sfortunato Hulkenberg

F1 | GP Giappone – Vettel: “Verstappen spinge quando non dovrebbe!”
4.5 (90%) 2 votes

Leonardo Trillini

Studente di Scienze della Comunicazione (Comunicazione d'impresa) presso l'università di Macerata e grande appassionato di F1 sin da bambino.