F1 | GP Giappone – Sintesi qualifiche: Hamilton in pole, (s)profondo rosso

Le qualifiche di Suzuka hanno ancora una volta confermato il trend intrapreso dopo Monza da Ferrari e Mercedes. Pole position per Hamilton seguito da Bottas, terzo Verstappen. La Ferrari sbaglia tutto montando gomme intermedie nel Q3, unico team a farlo. La pioggia arriva qualche minuto dopo e condiziona le qualifiche della Scuderia. Quarto Kimi Raikkonen, nono Vettel che non riesce a far segnare un vero giro lanciato.

Sintesi qualifiche GP Giappone

Q1

Le due Haas sono le prime a far fermare il cronometro, seguite dalle Ferrari di Raikkonen e Vettel. Il tedesco fa segnare un ottimo tempo nel suo primo giro lanciato: un 1:29.049. Hamilton mette però subito le cose in chiaro, facendo segnare il tempo record nel primo e terzo settore: 1:28.702.

Vettel in testacoda – Foto F1

Dopo il giro del pilota Mercedes iniziano le sorprese: Vettel in testacoda e Ericsson arriva lungo, andando a muro e compromettendo così le sue qualifiche. Il botto del pilota svedese è avvenuto proprio dove Jules Bianchi ebbe l’incidente quattro anni fa.

Ericsson a muro – Foto F1

Ripartono le qualifiche. Nonostante il botto nelle prove libere 3 riesce a scendere in pista Nico Hulkenberg, facendo segnare un ottimo nono tempo. Ottima prestazione per Grosjean che fa segnare un fantastico sesto tempo per la Haas, posizionandosi davanti a Daniel Ricciardo con un 1:29.724.

A due minuti dalle fine delle qualifiche un team radio a Perez che potrebbe cambiare la sorte delle qualifiche: “Piove nella pit lane”. Il team Renault comunica a Hulkenberg che la pioggia dovrebbe passare, con gocce molto grandi che scendono al momento sul tracciato.

Tutti i piloti a rischio si migliorano nell’ultimo tentativo: Fuori Hulkenberg, Sirotkin, Alonso, Vandoorne ed Ericsson. Fantastica prestazione per Leclerc in P6, per le due Toro Rosso e per Stroll che riesce a passare il taglio.

Eliminati: HUL – SIR – ALO – VAN – ERI. 

Q2

Scendono di nuovo in pista le vetture, inizia ad intravedersi il sole nel tracciato, ma rimane forte l’intensità del vento. Mercedes monta gomme soft, Ferrari super soft, possibile una strategia differenziata tra i due team. Volano le due Mercedes con una mescola inferiore:

Ottimo tempo per Bottas che fa segnare un 1:27.987, seguito dal 28.0 di Hamilton. A tre decimi Vettel nonostante la mescola di vantaggio, subito seguito da Raikkonen. Problemi per Ricciardo al motore.

Quinto tempo per Max Verstappen seguito dalle due Force India , da Grosjean e dalle due Toro Rosso Honda, momentaneamente entrambe qualificate per il Q3.

Ricominciano a cadere gocce di pioggia. Le condizioni meteo influenzano i tentativi di chi cerca di qualificarsi per la terza fase. Le posizioni rimangono dunque invariate.

Curioso caso nel frattempo ciò che accade in pit lane:

Hamilton, nonostante non si possa, si toglie i guanti dopo le verifiche tecniche della Federazione.

Hamilton si toglie i guanti – Foto F1

Dopo il curioso episodio si gira Leclerc nel suo giro lanciato a causa della pioggia. Urla Daniel Ricciardo: ennesimo ritiro per l’australiano.

La delusione di Ricciardo – Foto F1

Situazione invariata e quindi sono fuori:

LEC – MAG – SAI – STR – RIC

Q3

La pioggia al termine del Q2 condiziona anche l’inizio delle Q3. Gomme intermedie per le due Ferrari, i primi a scendere in pista con questa mescola. Vettel si lamenta, pensando che sia troppo asciutto per le intermedie. Gomme super soft per le due Mercedes. Rientrano i due piloti della Scuderia mentre gli altri si lanciano ala ricerca della miglior prestazione.

Vettel con gomme intermedie – Foto F1

Sta per arrivare la pioggia, rischio enorme per le due Ferrari e per Verstappen che è sceso in pista in ritardo. Ancora un errore al muretto box Ferrari. Vola Hamilton, facendo segnare un 1:27.760, seguito da Bottas. Si lanciano ora i due piloti Ferrari mentre Verstappen ottiene momentaneamente la terza miglior prestazione. Quinto tempo per Raikkonen a ben mezzo secondo da Verstappen, errore per Sebastian che si rilancerà. Caos per Ferrari, tutto perfetto per Mercedes.

Impossibile ora fare il tempo, pista troppo bagnata. Errori per i due finlandesi, giro abortito anche per Hamilton, notte fonda per Vettel che domani partirà dalla nona posizione in una pista dove è difficilissimo superare.

Vettel lungo – Foto F1

Master strong” per Mercedes. Disastro Ferrari. Ottantesima Pole position per Hamilton, poi Bottas, Verstappen, Raikkonen. Ottimo posizionamento per la Haas di Grosjean che partirà domani con gomme soft e per le due Toro Rosso Honda. La pioggia punisce la Ferrari ormai sempre più in confusione. Ancora una volta è regno Mercedes. Da “Mission Winnow“, come cita il nuovo sponsor della Scuderia a “Mission losenow“. Pessima strategia e involuzione incredibile della monoposto dal GP di Monza.

La classifica finale

Risultato qualifiche – Foto F1

F1 | GP Giappone: Analisi simulazione qualifica e passo gara

F1 | GP Giappone – Sintesi qualifiche: Hamilton in pole, (s)profondo rosso
Lascia un voto

Leonardo Trillini

Studente di Scienze della Comunicazione (Comunicazione d'impresa) presso l'università di Macerata e grande appassionato di F1 sin da bambino.