F1 | GP Gran Bretagna – Binotto: “Non sfrutteremo il filming day per provare nuovi pezzi”

Si è concluso il GP di Gran Bretagna quarta tappa del mondiale di F1. Mattia Binotto può festeggiare il secondo podio stagionale di Charles Leclerc, che grazie ad una foratura di Valterri Bottas, gli permette di arrivare alla bandiera a scacchi, in terza posizione. Decimo posto invece per Sebastian Vettel che per tutta la gara ha faticato moltissimo. F1 Ferrari Binotto

Binotto
Mattia Binotto – Foto: Scuderia Ferrari

Mattia Binotto – Team Principal Ferrari

Ecco cosa ha detto il team principal della Ferrari alla fine del GP di Gran Bretagna: “Charles è stato molto bravo, ieri in qualifica e oggi in gara nel gestire le gomme. Sapevamo che con questa configurazione alare, avremmo avuto un vantaggio in qualifica e poi l’usura in gara sarebbe stata da gestire. Con i nostri ingegneri ha fatto un bel lavoro su quel fronte, dandogli indicazioni continue e non prendendosi rischi. E’ stato molto paziente fin dal primo giro, non ha mai spinto nelle curve veloci, andando invece piano e risparmiando le gomme per arrivare al traguardo. Questa è stata un po’ la sua gara che ha gestito molto bene e credo premiato alla fine.” F1 Ferrari Binotto

“La parte meno bella della gara sono le nostre prestazioni generali della vettura. Il terzo posto forse è il meglio che si possa sperare in questo momento, chiaro che la macchina con queste difficoltà, anche i nostri piloti si posso non trovare a proprio agio, in questo caso Sebastian. Lui ha perso una sessione di prove libere e non ha mai trovato il ritmo, forse non aveva ancora trovato l’assetto che gli avrebbe permesso di spingere. L’importante con lui adesso è di poter tornare in questa stessa pista, guardare bene i dati, capire meglio la vettura e provare qualcosa di diverso che lo possa mettere nelle condizioni di lottare pure lui. La macchina tra anteriore e posteriore era bilanciata, se sia l’aerodinamica o altro lo vedremo nei dati, ma purtroppo non ho la risposta in questo momento” . F1 Ferrari Binotto

F1 Ferrari Binotto
Charles Leclerc – Foto: Scuderia Ferrari

“Guarderemo le condizioni del meteo per settimana prossima e le temperature ambientali, però questa è un ala che abbiamo portato facendo varie simulazioni a Maranello. E’ stata una scommessa ma anche frutto di analisi. Per noi era l’ala ideale per una pista come questa, anche considerata la nostra vettura. Sicuramente ripartiremo da questo, ma poi valuteremo magari con Sebastian altre soluzioni, ma è ancora troppo presto per capire cosa faremo nel prossimo GP” .

“Per il filming day della prossima settimana non faremo un lavoro particolare. Faremo proprio un filming day per esigenze nostre commerciali, quindi non sono previsti cambiamenti radicali o componenti aggiuntivi in macchina. Saranno chilometri molto limitati e dedicati proprio per delle riprese. Si gira con un’altra macchina con delle telecamere, quindi lo scopo non è quello della messa a punto. Ci concentriamo in questi giorni piuttosto, per guardare i dati, lavorare da casa al simulatore e prepararsi per la sessione di venerdì, per nuove prove.”

F1 Ferrari Binotto
Foto: Ferrari

Ha parlato inoltre di come sta vivendo questo brutto periodo l’intero team: “Sicuramente da parte mia, mi trovo molto bene in questa azienda da tanti anni e mi trovo molto bene con i miei responsabili. Credo che condividiamo quotidianamente le stesse visioni, e gli stessi obbiettivi. Ringrazio per l’appoggio continuo che mi da John Elkann e il dottor Camilleri. Credo che tutti insieme abbiamo una visione che condividiamo. La squadra è molto coesa e ha voglia di far bene. La situazione attuale sicuramente non è facile, ma sappiamo che è un momento di difficoltà e lo riconosciamo. Dobbiamo crescere e capire gli errori e migliorare, però siamo uniti malgrado la difficoltà”

Si è soffermato a parlare anche del cambio di regolamento che averà tra due anni: “Come dicevo abbiamo fame di far meglio. Speriamo di veder qualcosa di importante prima del 2022 e non stiamo dicendo che da qui a quell’anno non faremo nulla. Continueremo a sviluppare la vettura, con le condizioni che sono comunque stringenti, quest’anno congelate sul motore, ma lo faremo nuovo per l’anno prossimo e sul quale oggi stiamo lavorando tantissimo sul banco prova, per svilupparlo il più possibile. Sull’aerodinamica continueremo a sviluppare”.

“Il 2022 rappresenta insomma una discontinuità forte rispetto al passato nei regolamenti. Se si guarda a tutti i cicli di quest’ultimo periodo che c’è stato, per esempio per noi ad inizi 2000 o poi anche con Red Bull e Mercedes, sono tutti coincisi con un cambio importante e significativo nel regolamento. Poi chi ha evidenziato un vantaggio iniziale, poi lo ha mantenuto nel tempo. Quindi sappiamo che dal ’22  sarà un occasione da cogliere, ma non vuol dire che da qui a li, non faremo del nostro meglio e non cercheremo soddisfazioni. Il 2022 deve rappresentare un momento importante per noi, da cogliere come opportunità”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Flavio Briatore senza veli: “Il problema della Ferrari non è solo la macchina”