F1 | GP Gran Bretagna, Masi: “Quest’anno più attenti alle penalità, anche al primo giro”

Il direttore di gara Michael Masi torna a parlare dell’incidente avvenuto fra Verstappen e Hamilton durante il GP di Gran Bretagna. Masi sottolinea come rispetto all’anno precedente, la direzione di gara quest’anno valuti molto più attentamente anche i contatti che avvengono durante il primo giro.

GP Gran Bretagna Masi

Nonostante il GP di Gran Bretagna sia ormai concluso, l’incidente fra Verstappen e Hamilton è una questione ancora aperta, su cui ora interviene anche Michael Masi. Il direttore di gara parla di come nelle ultime stagioni ci sia stato un approccio relativamente indulgente rispetto agli incidenti che avvengono al primo giro. La direzione infatti, fino allo scorso anno ha spesso chiuso un occhio cercando di non intralciare troppo i piloti.

Tuttavia, dopo la penalità data ad Hamilton durante il primo giro del GP di Gran Bretagna, la situazione pare cambiata e Masi è intervenuto per chiarire. Masi afferma che ogni incidente, anche quelli che accadono nei primi giri, sono discussi e che squadre e piloti hanno concordato punizioni più dure.

Leggi Anche:

F1 | Ferrari ottiene la certificazione Equal Salary: stesso stipendio per uomini e donne

“Il primo giro è ovviamente trattato in modo molto più leggero secondo il principio del “let them race” rispetto al resto della gara”, ha detto Masi. “Cerchiamo di lasciare che i piloti trovino il proprio equilibrio. Ma alla fine dello scorso anno i piloti hanno detto chiaramente, così come le squadre, che sentivano che eravamo troppo morbidi con le penalità”.

Lo scontro Hamilton/Verstappen

Riguardo all’incidente fra Hamilton e Verstappen, Masi ha chiarito che non c’era margine di manovra nello scontro.

“In quella particolare circostanza, non c’era spazio. C’erano due auto chiaramente coinvolte nell’incidente e tutti i piloti dall’inizio di quest’anno ci hanno chiesto di fare più attenzione. Se ci sono due auto coinvolte e qualcuno che è prevalentemente da biasimare, allora dobbiamo guardare più da vicino, anche al primo giro”.

Spiegando ulteriormente il motivo per cui Hamilton è stato penalizzato dagli steward, Masi ha citato il successivo passaggio riuscito del pilota della Mercedes su Charles Leclerc alla stessa curva.

“La parte importante dell’incidente è stata simile a quanto è successo con Charles in seguito. In base a quello e prima ancora al regolamento, hanno decretato che Hamilton era prevalentemente da biasimare. Se fosse rimasto più interno forse avrebbe potuto cambiare il risultato, ma non lo sappiamo, per questo giudichiamo basandoci sull’incidente”.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Desirée Palombelli

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.