F1 | GP Gran Bretagna – prove libere Racing Point, Stroll: “Auto competitiva, inizio promettente”

Il GP di Gran Bretagna si apre con un promettente venerdì per la Racing Point. Stroll comanda le FP2, Hulkenberg si mostra subito a proprio agio con la vettura.

gran bretagna racing point
Fonte: @racingpointf1 

La Racing Point inizia con il piede giusto il Gran Premio di Gran Bretagna. Lance Stroll ha confermato ancora una volta la competitività della vettura del team inglese, piazzandosi terzo nelle FP1 e terminando in prima posizione le FP2.

Il weekend di Racing Point si era aperto alla notizia della positività di Perez al Covid-19, che ha messo in azione i protocolli sanitari della FIA e che ha riportato su una F1 Nico Hulkenberg.

Il pilota tedesco, dopo un’odissea di 24 ore, è salito in macchina regolarmente per le FP1, iniziando a prendere confidenza con auto e tracciato. L’inizio è positivo: nono e settimo tempo nelle due sessioni del venerdì.

Al termine della giornata, le impressioni dei piloti non possono che essere positive, per una vettura che sembra essere competitiva in ogni condizione.

Le parole dei piloti

Lance Stroll: “È stata una giornata positiva, è bello essere al comando delle FP2. L’auto è stata competitiva sia nella simulazione di qualifica sia in simulazione passo gara. È sicuramente un inizio promettente”.

“Sapevamo che la vettura avrebbe potuto adattarsi molto bene al circuito di Silverstone, siamo ottimisti, anche se le qualifiche e la gara sono le sessioni dove è importante essere competitivi”.

Il mio pensiero ora va a Checo: mancherà averlo in giro nel paddock, ma è bello dara il benvenuto a Nico. Sono sicuro che si troverà bene in macchina e sembra competitivo, il che è fantastico”.

Nico Hulkenberg:Le ultime 24 ore sono state incredibili. Alle 16.30 di giovedì ho ricevuto la chiamata e ho subito preso l’aereo. Sono arrivato in fabbrica e ho provato il sedile fino alle 2. Sono arrivato al simulatore alle 8 del mattino e poche ore dopo ero al circuito per le FP1″.

“Voglio ringraziare il team per il lavoro fantastico, abbiamo completato il programma e ho girato molto. Sono stato in grado di vedere il grande potenziale della vettura, anche se avrei potuto fare qualcosa di più con le soft”.

“È stato bellissimo rivedere alcuni volti conosciuti, ha aiutato a mettermi al passo”.

“Non vedo l’ora di lavorare con tutti per tirare fuori il massimo dalla monoposto in qualifica e gara”.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Gran Bretagna – Prove Libere Ferrari, Leclerc: “Macchina difficile da guidare, facile commettere errori”

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.