F1 | GP Gran Bretagna- Prove libere Williams: “Non siamo ancora dove vorremmo essere”

In entrambe le sessioni di prove libere del GP di Gran Bretagna le Williams non brillano: Russell ha fatto registrare il 17 esimo tempo, Latifi ha occupato l’ultima posizione. L’obiettivo delle Williams è di lottare per il Q2 sabato pomeriggio.

prove libere williams silverstone
Credits Williams F1

Nelle prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna la Williams è riuscita a seguire il programma sul circuito di Silverstone, nonostante le interruzioni causate dalle bandiere rosse.

In particolare la Williams di George Russell si è classificata al 17esimo posto in entrambe le sessioni di prove libere del GP di Gran Bretagna. Nicholas Latifi ha occupato l’ultima posizione sia nella sessione mattutina ( precedendo Vettel che non è sceso in pista) sia in quella pomeridiana.

George Russell

Oggi il ritmo è stato buono, probabilmente come ci aspettavamo che fosse. Come squadra questo circuito non si adatta tanto alla nostra auto quanto all’Ungheria. L’Alfa Romeo sembra piuttosto veloce, quindi penso che questo fine settimana saremo in competizione con Haas. Abbiamo un sacco di rettilinei qui, ma un sacco di curve ad alta velocità”.

Silverstone è la mia gara di casa, l’anno scorso c’è stato molto tifo con tutti i fan e purtroppo non ce l’abbiamo quest’anno. Tuttavia, i livelli di eccitazione sono più a causa del ritmo della vettura. Non siamo ancora dove vogliamo essere, ma almeno abbiamo una piccola possibilità di combattere.”

Nicholas Latifi

Nel complesso mi è piaciuta la mia esperienza di guida in pista. È il mio preferito sul calendario, quindi non vedevo l’ora di guidare queste auto su questo circuito. In generale, in P1, i primi giri non sono stati così male e poi abbiamo avuto un problema che ha condizionato il programma della giornata. Abbiamo provato alcune cose in P2 che in realtà non ha funzionato. Ci siamo fatti un’idea del perché sia stato così difficile, abbiamo sicuramente molto da analizzare stasera”.

Dave Robson

Siamo riusciti a seguire il nostro programma di lavoro, anche se ognuna delle sessioni di oggi è stata interrotte dalle bandiere rosse. Ogni pilota ha esaminato diversi set-up mentre cercavamo di bilanciare le prestazioni sui rettilinei e sulle curve ad alta velocità. Le condizioni di confusione hanno reso questo un po’ difficile, ma siamo riusciti a trovare il miglior compromesso per domani”.

Le condizioni dovrebbero essere un po’ diverse sabato, se il vento cambiasse direzione allora potremmo aver bisogno di fare ulteriori modifiche. Tuttavia, questo è normale per Silverstone e le altre squadre dovranno affrontare gli stessi dilemmi.”

Rispetto all’Ungheria abbiamo pensato che potremmo lottare un po’ di più qui, ma oggi abbiamo fatto progressi decenti e siamo un po’ più vicini ai nostri concorrenti. La macchina sta funzionando abbastanza bene, e vedremo come le cose vanno domani pomeriggio, ma speriamo di essere in grado di lottare per il Q2.”

 

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | GP di Gran Bretagna – Prove libere della McLaren, Stella: “Giornata impegnativa ma gli aggiornamenti apportati funzionano bene”

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.