F1 | GP Gran Bretagna – Sintesi Qualifiche: Pole positition di Hamilton, secondo Bottas. Ferrari 4° e 10°

Nelle qualifiche del GP di Gran Bretagna il solito Lewis Hamilton fa segnare un’incredibile pole position, secondo Bottas e Verstappen a completare il podio. Leclerc fa quello che può e chiude 4° mentre Vettel solo 10°.

Qualicfiche GP Gran Bretagna
Credits: Sportface.it

Nelle qualifiche del GP di Gran Bretagna le Mercedes si dimostrano sempre superiori a tutte le altre vetture mentre la Red Bull tiene botta con Verstappen, terzo, mentre Albon non riesce nemmeno a qualificarsi per le Q3. Male le Ferrari troppo lontane dalla vetta, sopratutto con Sebastian Vettel che chiude 10° a due secondi da Hamilton.

Q1

La Q1 del GP di Gran Bretagna si sono disputate con temperature più basse rispetto alla giornata di ieri, ma comunque elevate di 37.3°C.

I primi ad uscire in pista sono le alfa di Kimi Raikkonen e Giovinazzi che segnano rispettivamente un 1:27.941 e 1:27.924. Dopo due minuti dall’inizio della sessione escono in pista le vetture dei top team. Il primo giro di qualifiche per Hulkenberg dopo mesi di stop viene chiuso in 1:26.912 mentre Charles Leclerc fa segnare il momentaneo primo tempo con 1:26.550 subito spodestato dalle due Mercedes, con Bottas che fa segnare 1:26.092 e Hamilton a 339 milesimi dietro. Intanto Sebastian Vettel ottavo a 859 millesimi dalla testa. a metà delle Q1 si svegliano le Red Bull con Verstappen che segna il secondo tempo con 1:26.115 e albon 6° a 551 millesimi dalla testa del gruppo. Le due McLaren si posizionano momentaneamente 9° con Sainz e 10° con Norris con lo stesso tempo, entrambi a 1 secondo e 54 millesimi da Bottas che ha migliorato il suo tempo segnando un 1:25.801.

Latifi esce fuori pista nell’ultimo giro lanciato mentre Russel fa segnare un ottimo 13° tempo a 931 millesimi da Bottas. Vettel intanto scavalca il compagno di scuderia Charles Leclerc segnando un 1:26.469 e concludendo rispettivamente 8° e 9°. Gli esclusi dalla Q2 sono Magnussen, Raikkonen, Giovinazzi, Latifi e Grosjean.

Quanlifiche GP Gran Bretaagna
Credits: F1 Twitter

Q2

Quasi tutti i piloti hanno scelto di scendere in pista con gomme medie esclusi Vettel, Russel e le due McLaren. Verstappen fa subito segnare il giro migliore il quale però viene subito straccciato da Valtteri Bottas di 1 secondo e 129 millesi segnando un 1:25.015. Intanto testacoda di Hamilton e bandiera rossa per i detriti lasciati dalla sua vettura a contatto con la ghiaia. Leclerc è momentaneamente 3° a 1 secondo e 188 millesimi dalla vetta mentre Vettel è 7° a 1 secondo e 440 millesimi.

https://platform.twitter.com/widgets.js

Si riparte e il primo a riscendere in pista è proprio Lewis Hamilton che segna un 1:25.347 posizionandosi in seconda posizione. A tre minuti dalla fine escono nuovamente tutti gli altri piloti. Vettel ha sostituito la mescola e gira con le gomme medie che chiude 9° mentre Leclerc 5°. Ricciardo entra nei 10 e fa slittare Hulkenberg tra gli esclusi per le Q3 mentre incredibilmente Albon è fuori dalla Q3 di 44 millesimi. Gli altri esclusi sono Russel, Kvyat e Gasly.

Q3

I primi a scendere questa volta sono i due piloti McLaren. Sainz fa segnare un 1.26.654  mentre Norris un ottimo 1:26.456. Hamilton super tempo di 1:24.616 e segna il record della pista. Vettel guadagna la sesta posizione a 1.723 preceduto da Leclerc a 1.431 da Lewis Hamilton. Strapotere delle Mercedes che staccano Verstappen, momentaneamente terzo, di più di un secondo. Nell’ultimo giro lanciato Verstappen chiude terzo con un ottimo 1:25.325 mentre Leclerc fa un grande tempo ed è 4°, Vettel solo decimo a due secondi da Hamilton che abbatte nuovamente il suo tempo segnando uno straordinario 1:24.303 ed è pole position per la settima volta a Silverstone e doppietta Mercedes.

Qualifiche GP Gran Bretagna
Credits: F1 Twitter

 

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1| Filming Day Ferrari tra i due Gran Premi di Silverstone

mm

Edoardo Borriello

Salve a tutti, sono uno studente di scienze politiche e relazioni internazionali alla Sapienza università di Roma, da sempre grande tifoso e appassionato di F1.