F1 | GP Gran Bretagna – Vettel: “Credevo Alonso avrebbe faticato di più alla fine”

Sabato positivo per la Aston Martin in Gran Bretagna: sia Vettel che Stroll hanno guadagnato posizioni rispetto alla qualifica del venerdì. Il tedesco partirà ottavo, quattordicesimo il canadese.

Vettel Gran Bretagna
Foto: Aston Martin via Twitter

Sprint Qualifying che frutta ottimi risultati per la Aston Martin in Gran Bretagna: Vettel partirà ottavo e Stroll quattordicesimo. Il team inglese è diviso a metà tra l’ottimo weekend finora per il campione del mondo e le difficoltà del giovane ex Williams.

Vettel partiva decimo nella sprint race mentre Stroll è scattato dalla quindicesima casella. Vettel ha approfittato della lotta tra Russell e Sainz per guadagnare due posizioni. D’altro canto, partenza lineare per Stroll. I due piloti della Aston Martin hanno poi entrambi guadagnato una posizione al momento del testacoda di Sergio Perez. Nella seconda metà di gara Vettel ha poi raggiunto Alonso avvicinandosi alla Alpine. L’ex Red Bull e Ferrari non è però riuscito a tentare un vero e proprio attacco.


Leggi la sintesi della prima Sprint Qualifying nella storia della Formula 1!


Il vincitore dei GP inglesi nel 2009 e nel 2018 commenta la qualifica di sabato ed è fiducioso in vista della gara: “Finora mi è piaciuto questo format insolito. È stato interessante vivere il momento intenso di ieri sera seguito dalla Sprint di oggi. Per noi è andata bene e abbiamo guadagnato alcune posizioni per la gara di domani, altri hanno perso terreno. Fernando ha guadagnato molte posizioni al primo giro, partendo con le gomme Soft, e pensavo che avrebbe faticato di più negli ultimi giri. Ero vicino a lui, ma non sono riuscito a superarlo. Questo risultato ci mette in una posizione di partenza discreta per domani. Sarà una gara molto diversa con le varie opzioni strategiche”.

Queste invece le parole di Stroll che analizza le difficoltà riscontrate: “È stato bello recuperare un po’ di terreno nella Sprint, ma penso che ancora non abbiamo trovato il bilanciamento ottimale della vettura. È stato difficile recuperare ulteriori posizioni poiché il gruppo centrale si è raggruppato e siamo finiti in un lungo trenino. Il lato positivo è che la sprint race ci fornisce dati più rilevanti per esaminare e cercare i miglioramenti di cui abbiamo bisogno. Sarà una gara lunga; tutto può succedere. Inoltre, il caldo sarà un fattore determinante, così come la libera scelta delle gomme, quindi non vedo l’ora di tornare più forte in gara”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.