F1 | GP Gran Bretegna – Wolff: “C’erano un sacco di detriti in pista”

Toto Wolff commenta così ai microfoni di Sky Sport F1 Italia le tante forature avvenute sul finale di gara nel GP di Gran Bretagna ed il risultato del suo Team. “C’erano tanti detriti in pista dagli incidenti precedenti.”

Hamilton Gran Bretagna
Credits: F1

Un finale di gara abbastanza rocambolesco per il Team tedesco. Infatti nonostante la vittoria di Hamilton Wolff non può dirsi soddisfatto del GP di Gran Bretagna nel complesso, vista la foratura di Hamilton che però non gli ha compromesso la posizione al contrario del compagno, costretto ai Box e rimasto fuori dalla zona punti. Secondo lui le forature erano dovute ai tanti detriti lasciati in pista.

“Non pensiamo che le forature erano un problema di usura, la colpa è dei detriti persi dalle altre auto. La Pirelli farà dei controlli per sicurezza e ne sapremo di più tra poco”. Mercedes che non è stata infatti l’unica ad avere questo problema, apparso anche sulla vettura di Sainz sempre sul finale di gara.

Gli chiedono inoltre se poteva essere un’idea far rientrare Hamilton all’ultimo giro, per fargli tagliare il traguardo. “No non ci abbiamo proprio pensato, però poteva essere una buona idea. Abbiamo pensato però di fare un Pit Stop ad un giro dalla fine visto quello che è successo a Valterri, ma normalmente quando manca un giro non fai una sosta. Ripensandoci ora sarebbe stata la scelta giusta.”

Gli viene domandato inoltre se si sentono di aver preso un rischio a livello strategico. “No perché questo problema sulla macchina di Valterri, non sembrava arrivare, poi dopo mancava un giro dalla fine, non pensiamo di aver preso un rischio.”

Toto Wolff e la sua Mercedes che però vanno via dal GP di Gran Bretagna allungando nella classifica costruttori nonostante lo 0 di Bottas. E con un Hamilton sempre più leader del mondiale piloti.

Seguici anche su Telegram

F1 | GP Gran Bretagna 2020, Leclerc dopo la gara: “Colpo di fortuna, abbiamo dato il massimo”