F1 | GP Imola, Bottas dopo la gara: “Sono stato sfortunato”

Nulla da fare per il finnico, che tra danni al fondo ed errori si perde il compagno, ad un passo dal settimo titolo.

GP Imola griglia di partenza
Credit: Mercedes-AMG F1

Dopo la Pole di ieri, la fiducia si era rinnovata in Valtteri Bottas, che però è uscito sconfitto dal Gran Premio a Imola. Il finlandese, al primo giro, era riuscito a mantenere la testa della corsa, “coperto” da Max Verstappen, poi ritirato. Lewis Hamilton ha poi messo su un ritmo indiavolato, che, grazie a due errori del compagno e una Virtual Safety Car discutibile, ha riguadagnato la leadership. Nemmeno le soft nuove sono servite a Bottas, umiliato nei giri finali da un Hamilton in versione The Hammer.

Sono stato abbastanza sfortunato“, ha dichiarato il numero 77. “La partenza è stata la sola cosa positiva di giornata, perché in curva 7 mi sono ritrovato un detrito che mi ha danneggiato il fondo. L’ho visto, ma è finito al centro della macchina, nonostante abbia cercato di evitarlo con le gomme“.

La gara del Vice Campione del Mondo, dopo la sosta, è stata decisamente difficile. Passo gara non ottimo e un Verstappen in gran forma alle sue spalle.

A Imola, Bottas sperava finalmente di tornare al successo e tentare una timidissima rimonta sul sei volte Campione del Mondo. Non è però accaduto, e il secondo posto odierno gli fa perdere altri 8 punti. La sua corsa si è complicata parecchio dopo il pit stop: “Per me, è stato impossibile evitare il sorpasso di Max, dati gli ingenti danni al fondo. Ho provato ad andare oltre il limite, ma ho bloccato due volte, cose che succedono quando si spinge così tanto“.

Un altra grande disfatta per il finlandese, che quantomeno si può consolare con l’allungo sull’olandese della Red Bull, per evitare di perdere anche il secondo posto nella classifica mondiale. COn una Mercedes così superiore, sarebbe davvero un grande smacco per lui.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Imola – Sintesi gara: Hamilton vince davanti a Bottas e Ricciardo

Simone Casadei

I sogni bisogna inseguirli da giovani. Quella che ora è solo pura passione, cercherò di trasformarla al più presto nella mia vita, nel mio lavoro.