F1 | GP Imola – Bottas, svelato il problema al pit stop: un dado come a Monaco 2021

Alfa Romeo ha rivelato che il problema riscontrato da Valtteri Bottas al pit stop era legato al dado dell’anteriore destra, replicando quanto accaduto a Monaco nel 2021 quando Bottas correva per la Mercedes.

Valtteri Bottas problema pit stop Imola Alfa Romeo F1 Formula 1

Ancora un ottimo weekend per l’Alfa Romeo di Valtteri Bottas, arrivato quinto al traguardo nonostante un problema al pit stop. Il finlandese ha così segnato ad Imola il suo miglior risultato per il team italo-svizzero. Tuttavia, se non avesse avuto quell’inconveniente nel passaggio dalle intermedie alle slick, il suo piazzamento sarebbe potuto essere migliore, con la possibilità di insidiare addirittura il podio di Norris in seguito all’incidente di Leclerc.

Bottas era non lontano da Russell con pista bagnata, alle spalle del duo Red Bull, Leclerc e Norris. L’ex Mercedes ha però perso troppo tempo durante la sosta ai box a causa del dado dell’anteriore destra, proprio come accaduto al GP di Monaco del 2021 con i colori della scuderia tedesca. Persi circa 12 secondi, Bottas è riuscito a riprendere la W13 solo nei giri finali e, pur avvicinandosi molto, non è riuscito ad impensierire l’inglese che lo ha sostituito in Mercedes.


Leggi anche: F1 | GP Imola – Verstappen, Perez e Norris commentano l’incidente di Leclerc


Xevi Pujolar ha spiegato come mai il pit stop del #77 fosse durato così tanto. Lo spagnolo capo delle operazioni in pista del team ha dichiarato: “Al pit stop abbiamo avuto un problema all’anteriore destra. Inizialmente era il dado, ma alla fine siamo riusciti a recuperarlo e a inserirlo nella ruota correttamente. Ci è costato circa 11 o 12 secondi di tempo, se non l’avessimo fatto… Non abbiamo perso posizioni, ma abbiamo perso il distacco da Russell. Sicuramente sarebbe stato più vicino a Russell prima e poi avrebbe potuto sfidare Norris. Eravamo molto forti e con aria pulita davanti avevamo gestito bene le gomme e mantenuto un buon passo”.

Infine, Pujolar ha anche parlato di un possibile danno all’ala anteriore nel contatto tra Sainz e Ricciardo. Inconveniente scongiurato però proprio al momento del pit stop: “Abbiamo avuto una grossa botta sull’ala anteriore, temevamo di averla danneggiata perché è stato un colpo significativo. Valtteri ce l’ha detto e noi abbiamo dovuto guardare tutti i nostri dati. Poi, quando l’auto è passata è stata fatta un’ispezione visiva e tutto era a posto“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.