F1 | GP Imola | Hamilton su un addio a Mercedes: “Insulso nonsense”

Hamilton risponde per le rime ad Hakkinen a Imola: nessun addio a Mercedes o alla F1 per l’eptacampione inglese “non c’è altro posto in cui vorrei essere”

mercedes addio hamilton Imola Variante alta f1
2022 Emilia Romagna Grand Prix, Saturday – LAT Images

Dopo aver perso all’ultimo giro di Abu Dhabi la chance di conquistare l’ottavo titolo mondiale di F1 in carriera, alla 4ª gara stagionale a Imola il mondiale 2022 di Lewis Hamilton si è già arenato, complice la scarsa prestazione della Mercedes W13, ma l’eptacampione inglese rigetta ogni rumour di un possibile addio come “silly and a bunch of nonsense”.

F1 | Hakkinen su Hamilton: “potrebbe pensare di cambiare squadra”

In particolare Mika Hakkinen dopo il GP d’Australia aveva criticato Hamilton, suggerendo come l’inglese possa cambiare squadra abbandonando la Mercedes, con cui è giunto alla 10ª stagione, quasi un record.

Hamilton a Imola nella conferenza ha risposto per le rime ma senza citare il bicampione finlandese:

“Sì, ho visto un paio di commenti da certe persone che ricordo di aver stimato e rispettato quando ero giovane.

Ma alla fine i loro commenti sono insulsi e un sacco di nonsense e fatti solo con lo scopo di ottenere titoli per mantenersi rilevanti.

Sono in Mercedes da quando avevo 13 anni. Abbiamo passato un sacco di momenti belli insieme, siamo passati tra i periodi alti e i bassi insieme.

Sono al 100% dedicato a questo team, non c’è altro posto in cui vorrei essere. Non è nel mia DNA abbandonare solo perché siamo in una fase difficile. Siamo ancora campioni del mondo, possiamo risolvere tutto, ma richiederà tempo.”

Il gap mostrato da Mercedes è di oltre 1 secondo al giro, e oggi Hamilton partirà 14°, con Russell 11° dopo la sprint di ieri.

Questo sarà un anno molto difficile che dovremo affrontare insieme e con la fiducia che potremo risolvere tutto a un certo punto durante l’anno, o nel caso peggiore il prossimo anno.”

Wolff: “Solo frustazione condivisa durante le qualifiche”

È passato sotto l’occhio dei media anche il momento delle qualifiche in cui un Hamilton ormai fuori dalle Q3 ha discusso animatamente con Wolff, ma il team principal austriaco rifiuta ogni interpretazione negativa dell’episodio:

“È divertente come è stato interpretato. Io e Lewis abbiamo condiviso la frustrazione per non essere riusciti a estrarre la prestazione sul giro, e come sia stato fastidioso. Ma avevamo lo stesso punto di vista ed eravamo arrabbiati. Non c’è alcuna divisione o ricerca di colpevoli o qualcosa del genere. Abbiamo della pressione nel nostro sistema, ma è necessaria per risolvere i nostri problemi.

Nessuno nel team è molto felice del nostro campionato al momento. Come team, e lo abbiamo fatto in passato, dobbiamo solo tirarci fuori da questo buco.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.