F1 | GP Imola – La rimonta finale di Pierre Gasly raddrizza il weekend dell’AlphaTauri

Grazie a diversi sorpassi effettuati dopo la bandiera rossa, Pierre Gasly riesce a tagliare il traguardo in ottava posizione, poi diventata settima. Tsunoda rovina la sua gara con un testacoda alla ripartenza. Gasly AlphaTauri GP Imola.

Gasly AlphaTauri GP Imola
Pierre Gasly – Credit: twitter Scuderia AlphaTauri

Come accaduto in Bahrain, il francese sembrava destinato nuovamente a segnare uno zero in classifica, dopo aver realizzato un ottimo quinto tempo in qualifica. Se a Sakhir era stato un suo sbaglio ad estrometterlo dalla zona punti, questa volta un errore strategico del team di Faenza lo ha costretto nelle retrovie. Gasly AlphaTauri GP Imola.

Gasly è stato infatti uno dei quattro piloti, insieme ad Ocon ed ai due della Haas, a partire con gomme da bagnato pesante, mentre tutti gli altri hanno preso il via con le intermedie. La scelta si è rivelata sbagliata e il francese è finito in fondo al gruppo, lontano dalle vetture davanti, poiché costretto ad effettuare un pit stop in più.

La bandiera rossa dovuta al bruttissimo incidente tra Bottas e Russell è stata per lui come una manna dal cielo perché ha potuto così riaccodarsi al gruppo. Dalla quattordicesima posizione in cui si trovava alla ripartenza, il francese ha messo così in atto una bella rimonta che lo ha condotto fino all’ottavo posto. Ottavo posto poi diventato settimo in seguito alla penalità di 5 secondi comminata a Lance Stroll.

Pierre ha così messo a referto i primi 6 punti del suo mondiale 2021,;riuscendo a mettere una pezza ad una gara che sembrava ormai totalmente compromessa.

Ci si aspettava sicuramente di più dalla gara di Yuki Tsunoda. Il piccolo giapponese era reduce dall’ottimo nono posto nella prima gara della carriera ed arrivava sulla pista che probabilmente meglio conosceva,;poiché ha potuto effettuare diverse giornate di test sul circuito dedicato ad Enzo e Dino Ferrari.

Dopo il brutto errore nelle qualifiche che lo ha costretto a partire dall’ultima posizione, era riuscito a rimontare fino al nono posto. Poi alla ripartenza, è finito in testacoda nel tentativo di superare Lewis Hamilton al Tamburello. Un errore che ha messo praticamente fine alle sue speranze di terminare la corsa in zona punti. I 5 secondi di penalità per avere superato più volte i track limits non hanno modificato la sua classifica.

Il giapponese ha dunque buttato via una bella occasione, ma per il più giovane pilota in griglia si trattava dei primi chilometri su pista bagnata al volante di una vettura di F1. Errori dunque assolutamente comprensibili e da cui il giapponese potrà solo che imparare per il futuro.

Pierre Gasly

“È stato un po’ come essere sulle montagne russe. Siamo partiti quinti e abbiamo provato una strategia diversa con le gomme a inizio gara che ci ha fatti finire subito dietro. Ovviamente ero deluso, ma abbiamo continuato a lottare. Dopo la bandiera rossa siamo riusciti a risalire la china e tagliare il traguardo in ottava posizione. Dopo la gara, sono salito in P7 e sono abbastanza soddisfatto di questa posizione finale. Siamo riusciti a recuperare dei punti cruciali per la squadra, ed è davvero positivo. Sabato abbiamo mostrato il potenziale della macchina, la prossima volta dobbiamo assicurarci di mettere tutto insieme per l’intero fine settimana”.

Yuki Tsunoda

“Credo che per gli spettatori a casa sia stata una gara fantastica, ma io sono deluso da me stesso e voglio chiedere scusa al team. È un vero peccato essere finito in testacoda dopo la bandiera rossa, fino a quel momento la gara andava bene e il ritmo era davvero buono. Questa è stata la mia prima volta sul bagnato al volante di una Formula 1 e ho imparato che occorre stare molto attenti, soprattutto in accelerazione. Partire con la gomma intermedia con la pioggia ha reso tutto un po’ più difficile, ma per me è stata una grande opportunità per capire come funzionano le varie mescole in condizioni diverse. Penso che avrei potuto segnare dei punti oggi, ma questa è tutta esperienza che porterò con me già dalla prossima gara”.

 

F1 | GP Imola- Domenica a due volti per la Aston Martin. Vettel: “Condizioni difficili”. Stroll: “Auto molto bilanciata”

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari