F1 | GP Imola – Leclerc: “E’ stato un errore che mi è costato molto e da esso imparerò, ma non è stato causato dalla troppa pressione”

Charles Leclerc ha negato i suggerimenti secondo cui l’errore nel GP di Imola è stato causato da un’eccessiva pressione da parte del pilota.gp imola leclerc errore pressione

Charles Leclerc ha negato i suggerimenti secondo cui l’errore nel GP di Imola è stato causato da un’eccessiva pressione da parte del pilota. Il ferrarista è arrivato sesto dopo aver danneggiato la sua vettura alla Variante Alta al giro 53. Tuttavia Leclerc non crede che la pressione della situazione in classifica abbia influito sulla sua guida. “Ovviamente, abbiamo avuto pressione non solo oggi ma per tutto il weekend e non credo di aver commesso molti errori prima di oggi“, ha detto. “E’ stato l’errore che mi è costato molto e da esso imparerò, ma no, da parte mia non c’è stata alcuna pressione“.

“Ho visto l’opportunità che prima non pensavo ci fosse“, ha detto. “Mi era molto chiaro che oggi il terzo posto era l’obiettivo più plausibile. Ma ho visto l’opportunità e ci ho provato. Sono andato un po’ più veloce nella curva 14-15, ho preso troppo cordolo e sono andato in testacoda. Tutti i punti contano e oggi ho messo da parte sette punti, contro i 15 che avremmo avuto se fossimo arrivati ​​terzi. Quindi ogni punto è importante. Imparerò da questo per il futuro. È così che è ora, ho analizzato i dati, so cosa ho fatto e andrò avanti”.


Leggi anche

F1 | GP Imola 2022 – Classifica piloti e team: Verstappen guadagna 34 punti iridati – Round 4/23


La variante Alta è stata un punto chiave del giro in cui la Ferrari ha potuto guadagnare terreno sulla Red Bull, ha spiegato. “Sono stato veloce lì e la macchina si sentiva bene. Soprattutto nella gara mi sentivo come se fosse probabilmente una delle curve in cui Checo era un po’ meno competitivo di me (lo stesso Checo ha dichiarato che Charles guadagnava fino a 3 decimi in quel punto). Ovviamente in quel giro sapevo che c’era un’opportunità, quindi ho cercato di spingere un po’ di più, ma ho sbagliato. Ma a parte questo, non credo di aver corso rischi inutili negli altri giri durante il fine settimana o altro, da quel lato andava tutto bene”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.