Pubblicato il 17 Aprile, 2021 alle 19:36

F1 | GP Imola – Qualifiche Haas: Schumacher “Oggi meglio che in Bahrain, ma domani in gara sarà diverso”

Nelle qualifiche del GP di Imola, la Haas porta a casa un diciottesimo e diciannovesimo posto, rispettivamente di Mick Schumacher e Nikita Mazepin. Giornata produttiva per il team americano, che domani dovrà saper gestire una gara complessa.

I due rookie al volante della Haas hanno tentato di dare il massimo nelle qualifiche del GP di Imola, ma il caos della bandiera rossa causata da Tsunoda ha stravolto i piani. Aggiungendo poi una vettura molto poco competitiva, il risultato è poco soddisfacente: diciottesimo posto per Schumacher, diciannovesimo per Mazepin.

Il più in difficoltà tra i due è sembrato sicuramente il russo, che anche stavolta ha rischiato di perdere la monoposto uscendo di pista. Nonostante la vettura poco competitiva invece, Schumacher sembra riuscire a gestirla bene, rimanendo però su tempi abbastanza lenti. Il tedesco nel suo ultimo tentativo ha infatti segnato un tempo di 1:16.279, rispetto al giro da pole position di Hamilton da 1:14.411. Mazepin invece ha concluso la sua qualifica con un giro da 1:16.797 ed un tentativo in meno rispetto ai tre del compagno di squadra.

Mick Schumacher

Il tedesco ammette di aver perso qualche decimo nella Variante Alta per un suo errore, sperando però in un miglioramento domani in gara. Schumacher non si lascia scoraggiare dalle difficoltà del team, utilizzando invece ogni occasione per imparare qualcosa in più. È fiducioso per il GP di Imola, consapevole che il passo gara è sempre diverso dalla performance delle qualifiche:

“Stavo spingendo molto di più, ma sfortunatamente ho perso qualcosa alla variante della Variante Alta, penso che ci fossero uno o due decimi in più. La cosa buona però, è che sappiamo di poter migliorare, non siamo ancora alla fine. Abbiamo visto un miglioramento dal Bahrain, quindi sono abbastanza ottimista per domani”.

 “Aspetteremo e vedremo cosa succederà in gara: i long run sono sempre un gioco diverso. È difficile capire cosa succede durante le prove libere, tutti provano sempre strategie e configurazioni diverse. Sono consapevole di come è andato il weekend del Bahrain, lo terrò in considerazione per questo fine settimana. Non vedo l’ora di guidare di nuovo domani”.

Nikita Mazepin

Le qualifiche di Mazepin sono state decisamente più turbolente, con il russo che non sembra aver ancora trovato un buon feeling con la monoposto. Lo stress derivato dalla bandiera rossa ha sicuramente influito, andando ad aumentare le difficoltà già presenti.

“Queste sessioni di qualifica non mancano mai di insegnare qualcosa di nuovo. Prima di uscire, ovviamente ci aspettavamo di avere una sessione pulita, avevamo il nostro piano e ci aspettavamo di gestire bene il tempo, poi c’è stato un incidente abbastanza presto. Da li è stato poi difficile ottenere un buon tempo perché oggi la pista era molto fredda ed era importante aumentare le temperature delle gomme. Per farlo, dovevamo andare veloce e ovviamente le altre macchine stavano rallentando”.

Il russo però, non si lascia scalfire dalle critiche ricevute finora, considerando queste prime gare come momenti positivi per la sua carriera:

“Sono successe molte cose finora nella mia carriera, ma questo è un momento di crescita, quindi ne sono felice. Penso che stiamo estraendo il massimo delle potenzialità dall’auto e stiamo costruendo una buona base”.

Gunther Steiner

Per Steiner, team principal della Haas, le qualifiche di oggi sono comunque da considerarsi come un buon risultato, vista la confusione in pista. L’obiettivo è sfruttare questa stagione per far acquisire sicurezza ed esperienza ai suoi due rookie e renderli più solidi in futuro: 

“Anche se il risultato non sembra eccezionale, penso che abbiamo fatto buoni progressi questo fine settimana. In qualifica siamo arrivati ​​18 ° e 19 °, ma, nonostante ciò, non eravamo troppo lontani dalle vetture davanti a noi, il che è incoraggiante”.

“Rispetto al Bahrain abbiamo fatto progressi e questa è stata una sessione di qualifiche piuttosto movimentata con cose come la bandiera rossa e così via. I ragazzi si sono comunque adattati abbastanza bene e sono andati avanti con il loro lavoro. Si tratta di acquisire esperienza e la prossima volta andrà ancora meglio. Al momento stanno facendo molta esperienza con situazioni diverse, che è necessario sperimentino, così da essere più preparati in futuro”.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | GP Imola, 99ª pole position per Hamilton: “Giornata grandiosa, pole inaspettata”

 

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.
Disqus Comments Loading...