Pubblicato il 19 Aprile, 2021 alle 20:57

F1 | GP Imola – Russell chiede scusa dopo l’incidente: “Ho esagerato, quello non sono io”

All’indomani del GP di Imola, George Russell si è scusato con Valtteri Bottas per la reazione piccata avuta dopo l’incidente di gara. Il britannico ammette che ieri non sia stato “il suo giorno migliore in Formula 1”, consapevole di poter ottenere di più dalle proprie prestazioni.

Passato un Gran Premio è tempo di riflessioni. Lo sa bene George Russell, che dopo l’incidente avvenuto durante il GP di Imola, oggi si è scusato tramite social con Valtteri Bottas. Il britannico, infatti, dopo il contatto avvenuto a metà GP, si è diretto verso la monoposto di Bottas per chiedere spiegazioni. Il finlandese però non ha reagito bene, complice lo spavento del momento, e così Russell ha lasciato la pista furioso, schiaffeggiando il casco di Bottas.

Nelle interviste successive alla gara la situazione non è migliorata, con Russell che ha dichiarato senza mezzi termini che l’incidente fosse interamente colpa di Bottas. Il britannico poi, è andato avanti avanzando l’ipotesi che il finlandese si sia difeso in modo così aggressivo poiché entrambi combattono per un sedile in Mercedes per il 2022.

Una domenica movimentata dunque per George Russell, che dopo aver riflettuto sull’incidente, ha oggi postato delle scuse ufficiali tramite i suoi social media. Il pilota della Williams si è assunto la responsabilità di quanto successo in pista, dichiarando che il suo sorpasso sia stato avventato e soprattutto, di non essersi comportato correttamente dopo.

Le scuse ufficiali

“Ieri non è stato il mio giorno migliore”, ha dichiarato Russell. “Sapevo che sarebbe stata una delle nostre migliori opportunità di segnare punti in questa stagione e, quando quei punti contano tanto quanto per noi in questo momento, a volte corri dei rischi. La mia mossa però non ha dato i frutti sperati e devo assumermene la responsabilità”.

“Avendo avuto il tempo di riflettere su quello che è successo dopo, so che avrei dovuto gestire meglio l’intera situazione. Le emozioni possono prendere il sopravvento in quei momenti e ieri le mie hanno avuto la meglio su di me. Chiedo scusa a Valtteri, alla mia squadra e a tutti coloro che si sono sentiti delusi dalle mie azioni”.

“Questo non è ciò che sono e mi aspetto di più da me stesso, poiché so che gli altri si aspettano di più da me. Ho imparato alcune lezioni difficili questo fine settimana e ne uscirò un pilota migliore e una persona migliore”.

“Ora sono del tutto concentrato sul Portogallo, sarà un’opportunità per mostrare di cosa sono veramente capace. Grazie per tutti i messaggi, sia positivi che negativi. Mi aiuteranno a crescere”.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | Classifica piloti e costruttori 2021 dopo il GP di Imola [Round 2/23]

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.
Disqus Comments Loading...