F1 | GP Imola – Sintesi prove libere 1: dominio Ferrari, Verstappen 3°

La prima sessione di prove libere a Imola, caratterizzata dal tracciato bagnato, si è conclusa con Leclerc 1° davanti a Sainz. Alle loro spalle il campione del mondo in carica Max Verstappen. Lontane invece le due Mercedes, con Hamilton solamente 18° e a più di 7 secondi dalla vetta.

sintesi prove libere Imola
Credits: Twitter F1

Prima mezz’ora FP1 Imola

La prima e unica sessione di prove libere prima delle qualifiche, si è presentata con il tracciato di Imola bagnato dalla pioggia. Queste FP1 sono molto importanti sia perché, appunto, sono le uniche prima delle qualifiche ma anche perché è la prima volta che le auto di questa nuova generazione corrono con la pista bagnata.

Il primo pilota a scendere in pista è Valtteri Bottas dopo 4 minuti con gomme full wet seguito poi dalle due Haas. Proprio Bottas, un anno fa qui ad Imola, fu protagonista di un brutto incidente con George Russell. La prima Ferrari a toccare il circuito è quella del leader Leclerc, 8 minuti dopo l’inizio della sessione, che si rende subito protagonista con un testacoda indolore alla variante alta. Problemi anche per Latifi che va lungo nella ghiaia ma dalla quale riesce a uscire.

Il primo a siglare un tempo sotto l’1.40 è Verstappen con 1.39.595, subito battuto da un 1.39.235 di Leclerc, a sua volta superato nuovamente da Verstappen con un bel 1.37.247. In generale, tante sbavature e tanta prudenza da parte di tutti i piloti, soprattutto nei primi giri. Man mano che il tempo scorre e la pista migliora, tutti, ovviamente, abbassano i propri tempi e migliorano il feeling.

A dare un altro strappo alla classifica ci pensa nuovamente Verstappen, che insieme alle Ferrari sembra quello più in palla, con un 1.36.158. Lo segue Sainz che poco dopo si mette a 3 decimi dall’olandese. Entrambi, però, vengono scavalcati nuovamente da Leclerc che si mette in testa con un 1.35.629. Sempre il monegasco, qualche minuto dopo, è di nuovo protagonista di un altro testacoda alle acque minerali.

Leggi anche: F1 | Leclerc sul furto dell’orologio a Viareggio: “Non bello, ma sarò puntuale”

A 5 minuti dalla mezz’ora, ai tre di testa si aggiunge anche Perez che si issa in cima alla tabella dei tempi. Dietro, fino ad ora, non si sono visti guizzi dei due Mercedes che son rimasti costantemente nelle retrovie. Al termine dei primi 30 minuti va registrato che l’unico a non aver ancora fatto un tempo è Latifi.

Ultima mezz’ora FP1 Imola

A metà sessione si iniziano a vedere anche le gomme intermedie. I primi a montarle sono i due Aston Martin, con Vettel che dalle retrovie fa un balzo fino alla quarta posizione. Poco dopo anche Norris si migliora notevolmente con le inter, arrivando in seconda posizione a soli 26 millesimi da Perez. Nel frattempo piccola escursione fuori pista per Magnussen e terzo testacoda per Leclerc.

Una volta montate le intermedie, la Ferrari si riprende la vetta prima con Carlos Sainz che segna un 1.32.606 e poi, dopo il testacoda, con Leclerc, più veloce del compagno di squadra di circa un decimo. Un paio di minuti dopo arriva anche il primo giro con le intermedie di Verstappen, che però si ferma a 1.3 secondi dalle Ferrari in vetta. Sorprende Sainz che pare volare e continua a migliorare: fantastico 1.30.279 per lui.

Ultimi 10 minuti infuocati con tutti in pista con le intermedie e tutti che migliorano i propri tempi. Leclerc è il primo a sfondare il muro dell’1.30 e lo fa con un bellissimo 1.29.402. Anche con le intermedie le Mercedes paiono in difficoltà, con entrambi i piloti, a 5 minuti dalla fine, lontanissimi dalla vetta. Verstappen migliora ma rimane lontano quasi un secondo e mezzo da Leclerc.

Bandiera rossa a 5 minuti dal termine a causa di Norris che si è insabbiato, nonostante il pilota inglese sia riuscito a uscirne. La sessione riprende dopo due minuti e con soli altri 3 da correrne, nei quali nessuno riesce ad ottenere miglioramenti significativi. Infine, a bandiera a scacchi sventolata, Bottas finisce in ghiaia andando a sfiorare il muro.

In sintesi, la Ferrari, in queste condizioni, pare essere la favorita ma Verstappen è subito lì dietro. Bene le due Haas che han chiuso quarta e quinta. Male invece le Mercedes, con Russell solo decimo a quasi cinque secondi e Hamilton addirittura 18°.

La tabella dei tempi:

sintesi prove libere Imola
Credits: Twitter F1

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Nicola Fedeli

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Grande appassionato di F1 e MotoGP fin da piccolo.