F1 | GP Imola – Sintesi Prove Libere: Hamilton è in testa, ma Verstappen è lì e vuole essere protagonista

Le atipiche prove libere del GP di Imola si concludono con Hamilton al comando. Verstappen però c’è e vuole dare fastidio.

prove libere gp imola

Le prove libere dell’inusuale GP di Imola si aprono sotto un cielo sereno. 14 sono i gradi dell’aria, la temperatura dell’asfalto è di circa 15 gradi centigradi.

Sin dall’accensione del semaforo verde, tutti i piloti sono scesi in pista per prendere confidenza con il tracciato. Le prestazioni miglioreranno giro dopo giro, a pochi minuti dall’inizio però non c’è alcun riferimento interessante.

A circa 20 minuti dall’inizio della sessione molti piloti sono intenti a migliorarsi. Verstappen guida il gruppo in 1:15.912, seguito a distanza di un secondo da Gasly, quindi Leclerc (+1.2″), Hamilton e Kvyat.

Quasi tutti i piloti sono scesi sul tracciato con gomma hard, ad eccezione di Kvyat, Bottas, Russell, Grosjean, Latifi e Magnussen, con gomma media, e Raikkonen con gomma soft.

A mezz’ora dal semaforo verde, Bottas si porta in testa alla classifica provvisoria: 1:15.783. Il finlandese della Mercedes abbassa di 129 millesimi il tempo di Verstappen, il quale però ha fatto segnare il tempo con una mescola più dura.

Cominciano a migliorarsi tutti, Vettel si porta in P8 su gomma rossa ma gli viene cancellato il giro. Bottas, Verstappen, Gasly, Sainz e Stroll sono la Top 5 dopo i primi 35 minuti.

Hamilton e Verstappen si migliorano rispettivamente con pneumatici medi e morbidi. 1:15.338 è il tempo di Max Verstappen, il britannico invece sale in P3 a mezzo secondo dall’olandese.

Leclerc, in 1:16.9, è lontano un secondo e mezzo dal leader: il monegasco si lamenta con vigore del sottosterzo della SF1000, si aspetta di più dalla vettura. Nel frattempo Hamilton, con lo stesso treno di gomme, si porta a 8 millesimi dalla Red Bull di Verstappen.

A 47 minuti dalla bandiera a scacchi Charles Leclerc si mette in quarta posizione in 1:16.208, a 870 millesimi dal leader. Non è un tempo malvagio: il ferrarista aveva già fatto diversi tentativi con quella gomma, ha ottenuto il tempo modificando il modo di scaldare gli pneumatici.

Seconda metà di sessione

Carlos Sainz scavalca Leclerc e si porta in P4 a poco meno di 4 decimi dal leader in 1:15.730. Il tempo, ottenuto con gomma rossa, viene però cancellato.

Intanto alla variante alta Magnussen scoda ed è costretto a tagliare la chicane. Il danese passa in modo importante sui dissuasori, ma non dovrebbe avere danni.

A 35 minuti dal termine Verstappen si migliora. L’olandese gira in 1:15.023 con compound soft e fa la differenza alla Acque Minerali. Nel frattempo Vettel comincia la simulazione di gara su gomma hard, è possibile che cerchi un altro tentativo di giro veloce al termine delle prove.

Nel frattempo Leclerc viene spodestato della quarta posizione dalle due Racing Point. Stroll in P4, seguito da Perez, si porta ad un secondo netto da Verstappen.

A mezz’ora dalla fine è Lewis Hamilton a salire in cattedra. Il britannico, dopo aver montato la gomma soft, si migliora e gira in 1:14.726. Il campione del mondo in carica è il primo a scendere sotto l’1:15.

Albon si migliora e si prende la quarta posizione in 1:16.061, a circa un secondo dal compagno di squadra: l’anglo-thailandese si gioca in queste gare il suo futuro in Red Bull. Nel frattempo si lamenta molto del comportamento della vettura: nel team radio, sconsolato, parla di come prima avesse sovrasterzo nel passaggio sui cordoli, e di come ora soffra di sovrasterzo.

Il secondo pilota di Milton Keynes viene sopravanzato dalle due Renault. Ricciardo sale in P4 (1:15.8), Ocon (1:15.9), di conseguenza, in quinta.

Ultimi minuti: simulazione gara e ultimi tentativi di giro lanciato

In passo gara Bottas sembra che, a parità di gomma (soft), sia circa 7 decimi più veloce di Leclerc ogni giro. Sebastian Vettel gira sugli stessi tempi del compagno pur avendo montate le bianche (sull’1:20.4).

Leclerc, in radio, si lamenta dello strano comportamento della vettura, che si dimostra difficile da guidare.

A 15 minuti dalla bandiera a scacchi tornano in molti ai box. Nella seconda parte di sessione i team si concentrano sulle simulazioni di gara, salvo poi dedicarsi ad un altro tentativo di qualifica.

Norris si porta in P5 ma gli viene annullato il tempo e ripiomba in quindicesima posizione. Gasly si prende la quarta piazza provvisoria a 9 decimi da Hamilton.

Leclerc si porta prima in P7 e poi quinto, in 1:15.688. Vettel, con traffico davanti, non va oltre la P12 in 1:16.1. Ferrari sembra migliorare in queste ultime battute di sessione. Vedremo quali saranno i valori in campo in qualifica.

 

Seguici anche su Instagram

 

F1 | GP Imola risultati prove libere: Verstappen può dar fastidio

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.