F1 | GP Imola – Sprint Race, Hamilton: “Non lottiamo per il titolo, nessun miglioramento in vista”

Al termine della Sprint Race del GP d’Imola, la situazione per la Mercedes si presenta sempre più complessa: domani Lewis Hamilton scatterà infatti dalla quattordicesima posizione.

2022 Emilia Romagna Grand Prix, Friday – LAT Images

 

La Mercedes ad Imola continua a lottare per qualche piccolo miglioramento, ma per ora nulla sembra funzionare: al termine della Sprint Race di oggi, Hamilton è riuscito a conquistare solamente un quattordicesimo posto. Il team di Brackley non ha fatto certo mistero delle difficoltà che si trova ad affrontare da inizio stagione. Tuttavia, la speranza per questo weekend era che i pacchetti di aggiornamenti portati nei giorni scorsi servissero a migliorare la performance complessiva della vettura. Così però non è stato, con entrambe le macchine fuori dalla top ten nel corso della Sprint Race di Imola: Hamilton scatterà infatti quattordicesimo, mentre Russell undicesimo.

Il sette volte iridato si è detto consapevole della difficile situazione che sta attraversando la squadra e vuole tentare in tutti i modi di migliorare.

“Mi sento bene, ho accettato la realtà che stiamo affrontando e ora dedico i miei sforzi a lavorare per poter progredire. Non stiamo lottando per il campionato, non abbiamo in programma alcun miglioramento, dobbiamo lottare con quello che abbiamo”, ha affermato infatti Hamilton a tal proposito.

Il pilota Mercedes ha poi cercato di guardare al lato positivo della giornata, sottolineando come il passo visto oggi in Gara Sprint sia stato comunque incoraggiante.

Leggi Anche:

F1 | GP Imola – Ferrari, Leclerc analizza la Sprint: “Graining inaspettato, diverso con gomme più dure”

“Domani in gara cercherò in qualsiasi modo di sorpassare. Oggi sentivo di avere ritmo al momento della partenza, ma con il DRS è stato difficile riuscire a portarmi davanti”.

Questa è la seconda volta nel corso della stagione 2022 di F1 in cui Hamilton partirà fuori dalla “top ten”. Un piazzamento, dunque, molto lontano da ciò a cui il pilota britannico è stato abituato finora e che riflette la complicata situazione in cui si trova la Mercedes al momento.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Desirée Palombelli

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.