Pubblicato il 18 Aprile, 2021 alle 19:39

F1 | GP Imola – Wolff infuriato dopo l’incidente: “Russell oggi un po’ più vicino alla Renault Clio Cup”

Il Team Principal Mercedes, evidentemente infuriato dopo l’incidente Russell-Bottas al GP di Imola, ha affermato: “Russell oggi un po’ più vicino alla Renault Clio Cup”. Parole molto forti da parte dell’austriaco, che difficilmente dimenticherà il grave errore.

Toto Wolff – credits: Planetf1

Il GP di Imola non è rimasto immune a critiche e proteste: questa volta a parlare, infuriato, è il Team Principal Mercedes Toto Wolff. Perché? Esattamente a metà gara, dopo l’uscita di pista di Hamilton, fortunatamente senza gravi danni e che lo ha comunque portato a raggiungere il secondo gradino del podio, un altro spiacevole episodio ha visto protagonista il team di Brackley. Uno scontro tra Bottas e Russell ha messo KO entrambi i contendenti a un sedile in Mercedes nel 2022. Ciò che ha fatto sfuriare Wolff, non è stato tanto l’incidente in sé, quanto la sua completa inutilità e la poca lucidità di un giovane pilota, Russell, nel mirino dell’austriaco già da tanti anni.

Intervistato al termine della gara, Toto Wolff ha fatto un commento molto duro sul giovane britannico: “Non ho ancora visto George. Io continuo a scherzare con lui dicendogli che se fa un buon lavoro, potrà approdare in Mercedes; se invece non lo fa, correrà per la Renault Clio Cup. Oggi siamo di nuovo più vicini alla Renault Clio Cup”, concludendo con tono ironico”. Fin qui, nonostante questo commento un po’ scocciato dell’austriaco, non sembravano esserci grossi problemi nell’aria. Probabilmente il Team Principal sarebbe andato da Russell cercando di capire le sue motivazioni.


Leggi anche:

F1 | Bottas convinto che l’incidente con Russell sia “chiaramente un suo errore”


La rabbia di Wolff è, ahimé, scoppiata durante la conferenza stampa, quando gli è giunta voce dei commenti non poco carini fatti da Russell. Commentando l’incidente: “Ho chiesto a Bottas se stesse cercando di ucciderci entrambi. Forse, se fosse stato un altro pilota non avrebbe fatto una cosa del genere“, ha affermato Russell, secondo cui Bottas avrebbe rotto il “gentlement’s agreement“, spostandosi leggermente sul rettilineo. “Bottas ha agito troppo d’impulso, alla fine stava lottando per il nono posto, dove normalmente una Mercedes non dovrebbe stare. In P9 Mercedes non combatte per niente, mentre per Williams quei punti sono oro colato”.

Toto Wolff, scioccato dalle accuse mosse dal britannico, commentando le parole riportate qui sopra ha affermato: “Queste sono tutte str***ate! La situazione che si è venuta a creare è stata per noi veramente scocciante. Andrò sicuramente a parlare con Russell per dirgli sicuramente quello che è il mio punto di vista sull’incidente e sui suoi commenti. Questo incidente non sarebbe mai dovuto accadere: Valtteri stava facendo sicuramente male e non doveva essere lì, ma George, non avrebbe mai dovuto fare una manovra del genere. Nessun pilota così giovane e che si trova nella nostra Academy dovrebbe perdere di vista ciò che succede in pista, andando a fare mosse totalmente inutili. Deve sicuramente imparare qualcosa da questa situazione“.

Devi vedere che davanti a te hai una Mercedes e che c’è ancora bagnato per terra. Queste manovre, in situazioni del genere, non le devi provare. Lui non deve provare nulla a noi facendo queste manovre così spericolate, in tutti questi anni anni Valtteri non ha mai fatto queste cose in pista per dimostrarci qualcosa. Sono molto deluso dal suo comportamento, in pista e fuori”.

Intanto, Renault Sport Series coglie la palla al balzo!


 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.
Disqus Comments Loading...