F1 | GP Italia 2020, Bottas dopo le qualifiche: “Non è il massimo, ma secondo non è male”

Ennesima prima fila del finlandese, che deve però sottostare al compagno di squadra, nuovamente star delle qualifiche GP Italia Bottas

F1 Italia Bottas

Mappature cambiate, potenza in teoria ridotta, ma le Frecce Nere continuano a volare. Durante tutto l’arco delle qualifiche del Gran Premio d’Italia, non si è mai evidenziato qualche degno avversario in grado di infastidirle. Come sempre dunque, la battaglia si è limitata ai soli piloti della scuderia di Stoccarda, con Hamilton che si è dimostrato nuovamente superiore. Gp Italia Bottas

Valtteri Bottas ci ha provato, facendo due giri molto buoni, ma non al livello del compagno, per il quale, quella di oggi, si è trattata della 94esima Pole Position in F1. “Siamo stati molto vicini per tutte le sessioni in termini di tempo, mezzo decimo è davvero poco. Per tutto il week-end, sono uscito davanti a Lewis, ma non sono certo che la scia abbia fatto enormi differenze. Forse lui ne ha avuto un piccolo beneficio, ma comunque il secondo posto non è male, ma quando sei davanti non puoi guadagnare sui rettilinei“.

Il passo gara delle vetture #44 e #77 è sembrato decisamente costante come sempre, ma il finnico è convinto di poter fare ancora meglio

Venerdì è  apparso evidente come le Mercedes fossero praticamente inavvicinabili sul passo gara. Infatti, in quasi nessuna occasione si è notato un particolare degrado gomma oppure un calo di perfomance delle monoposto. Su un circuito come Monza, è fondamentale sapersi difendere sui vari dritti, ma, per chi sta dietro, tentare un attacco ovunque possibile. Bottas lo sa bene, e senza dubbio si ricorderà del duello perso l’anno scorso contro Charles Leclerc. “Ieri abbiamo fatto un ottimo lavoro, e rispetto a Lewis penso di essere andato bene, forse anche più forte. La gara di domani sarà sicuramente lunga e interessante, vedremo cosa riusciremo a tirare fuori“. Di sicuro, se vuole puntare a lottare con il sei volte Campione del Mondo, dovrà tirare fuori il meglio di sè.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Qualifiche GP Italia – Hamilton, Pole da record! 3° Sainz, peggior risultato per Ferrari a Monza dal 1984

Simone Casadei

I sogni bisogna inseguirli da giovani. Quella che ora è solo pura passione, cercherò di trasformarla al più presto nella mia vita, nel mio lavoro.