F1 | GP Italia 2020– Sintesi FP2: Hamilton vola nel venerdì di Monza

Lewis Hamilton è il più veloce nelle FP2, ma Bottas si dimostra molto più costante nel passo gara. Ecco la Sintesi delle FP2! GP Italia Sintesi FP2

GP Italia Sintesi FP2
Credits: Scuderia Ferrari

Primi 45 minuti: GP Italia Sintesi FP2

Come accaduto in mattinata, all’accensione del semaforo verde dei box i piloti non escono immediatamente in pista per effettuare degli installation lap. Con molta calma i piloti si preparano a salire a bordo, molti parlano con i propri ingegneri mentre altri studiano le ultime telemetrie. Facce pensierose in casa Ferrari. GP Italia Sintesi FP2

L’attuale temperatura della pista è di 44.2°C mentre quella dell’aria è di 27.4°C. L’umidità si attesta intorno al 45%.

Le due Haas ed Alfa Romeo sono i primi a scendere in posta a testare quanto sia gommata dopo le tornate delle classi minori. La maggior parte dei piloti esce su gomma dura. Primo brivido per Grosjean che arriva lungo in curva 1 e viene richiamato dai suoi ingegneri per guidare più velocemente. Albon fa registrare il primo tempo in questo inizio di sessione e ferma il crono in 1:22.324. Poco dopo viene scavalcato da Gasly che lo distacca di 3 decimi. Brivido anche per Kimi che in uscita dalla Variante della Roggia rischia di girarsi finendo di traverso.

Vettel intanto dice di faticare nel trovare qualcuno davanti a lui per provare a simulare la qualifica con l’uso delle scie. Ora i primi quattro tempi sono di Gasly, Stroll, Ricciardo (sfruttando la scia di Leclerc) e Perez.

Ocon intanto chiede un check della sua ala anteriore perché temeva di averla danneggiata sui cordoli. Non sembrano esserci problemi significativi e quindi rimane fuori in scia a Daniel. Vettel intanto continua a girare isolato e poco più indietro Verstappen pronto a sfruttare la scia del tedesco qualora si lanciasse. Grande giro di Leclerc che, dopo essersi piazzato in P3, vede cancellarsi il, suo tempo. Ocon sale in P2 sfruttando la scia del Monegasco. Verstappen si lancia e Sebastian gli tiene la scia.

dopo quasi 25 minuti esce anche Lewis Hamilton con gomma Media per il suo primo stint. Fa subito un super tempo sale in P1. Leclerc si lamenta del fatto che gli abbiano cancellato il giro perché non crede di essere andato così largo in curva 11. Analizzerà le telemetrie al suo rientro ai box. Intanto dicono a Hamilton che per i loro studi serve un ulteriore giro con un po’ più di spinta. Intanto anche l’altra freccia nera esce in pista ed effettua il suo primo stint su gomma dura. Lewis sfrutta la scia del compagno intanto. Hamilton scende sotto il muro dell’1:21 con 1:20.645 in P1 e Valterri in P2 a 0.800 secondi.

Passata la prima mezzora solo le 2 Mercedes sono rimaste in pista e gli ingegneri comunicano le performance dei due driver nei vari settori per spingerli a migliorarsi ancora.

Sainz è il primo ad uscire in pista con gomma soft per provare le simulazioni di qualifica. Poco dopo anche altri piloti si apprestano ad effettuare lo stesso piano di lavoro sulla stessa mescola. Dopo il suo giro lo spagnolo rientra per chiedere una modifica per un extra carico aerodinamico nell’anteriore

Seconda parte di sessione:

Iniziano ufficialmente per tutti i giri da qualifica a caccia del tempo migliore e delle scie. Importantissimo il lavoro di squadra dei due piloti su questa pista per trainarsi il più possibile. Hamilton si migliora ancora e i meccanici di Sainz lavorano per ripulire l’ala anteriore sporca di erba per l’uscita dopo Lesmo 1.

Intanto sia Albon che Vettel e Magnussen soffrono la cancellazione dei rispettivi giri per aver ecceduto coi track limits in curva 11. La Ferrari #5 transita ai box per effettuare anche su questa mescola delle simulazioni di partenza.

Trascorsi altri 30 minuti tutte le vetture rientrano ai box per trarre le conclusioni delle simulazioni qualifiche fatte e prepararsi ad effettuare le simulazioni sul passo gara. Prove di partenza per Verstappen  e Leclerc mentre Stroll sale in P7.

Salgono ovviamente i tempi nelle tornate e ci si porta intorno al 1:25. Verstappen è il migliore dopo i due Mercedes con gomma rossa che continua a migliorarsi giro dopo giro. Buono il tempo di Leclerc con gomma media. Vettel sembra soffrire con gomma rossa  e nel frattempo si gira in uscita da Lesmo 1. Costretto al rientro per cambiare le gomme leggermente spiattellate. Medesima uscita di pista poco dopo anche per Leclerc che si lamenta in generale della difficoltà nel guidare la vettura.

Gasly avverte i meccanici di sentire il posteriore molto ballerino e rimbalzante. Il francese ritiene sia un problema alquanto grave. E’ l’unico a rientrare e restare ai box a 10. minuti dal termine. Alla fine si rivela essere un problema alla sospensione.

Ottima la prestazione di Kvyat che continua a spingere forte come Ricciardo che ha il potenziale di fare davvero un ottima prestazione in questo weekend.

Ottima la Prestazione di Hamilton che ha trovato un super tempo, ma a differenza del compagno di squadra non ha avuto la sua costanza per tutta la giornata di prove

Bandiera a scacchi e si chiude così la seconda sessione di Prove libere del GP di Italia.

 

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | GP Italia 2020: cronaca prove libere 2 a Monza [LIVE PL2]

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.