F1 | GP Italia – Ancora fuori dai punti l’Alfa Romeo, Giovinazzi: “È un peccato”

Brutta giornata per l’Alfa Romeo al GP di Italia, con Giovinazzi costretto ad andare ai box al primo giro. Il pilota italiano chiude in P13, Kubica P14.

Robert Kubica https://www.sauber-group.com/motorsport/f1-news/the-home-race-that-got-away/

Non si conclude al meglio il weekend del GP d’Italia per la Alfa Romeo. Giovinazzi, protagonista di una brutta partenza andando lungo alla seconda variante, a causa di un contatto con Sainz è costretto ad andare ai box per cambiare l’ala. Terminando poi la gara in tredicesima posizone. Kubica, dopo una buona partenza, non è riuscito a mantenere il ritmo di quelli davanti, terminando in P14, ma comunque rimanendo soddisfatto di quanto fatto.

Il pilota italiano intervistato dopo la gara si è mostrato rammaricato per il risultato ottenuto, contando anche la posizione di partenza e il ritmo mostrato nelle libere e in sprint qualifying: “È un peccato che un weekend in cui ero così competitivo sia stato compromesso da un incidente al primo giro. Sono andato un po’ largo alla seconda chicane, sono saltato sui cordoli e poi non ho avuto il controllo della macchina.” IL pilota italiano ha poi evidenziato come il contatto del primo giro abbia distrutto la sua gara: “Dopo è stata solo una gara difficile: ho avuto danni al fondo ed è stato molto difficile da dietro. È frustrante, soprattutto visto quello che era il nostro ritmo e dove hanno finito le auto che ci circondavano.” Il numero 99 avrebbe voluto ottenere qualcosa di più: “Desideravo di più per la mia gara di casa a Monza.”


Leggi anche: F1 | GP Italia – “Santo” Halo salva la vita a Hamilton a Monza [FOTO]


Kubica è stato protagonista di una buona gara visto che era da molto che non correva in Formula 1. Il polacco ha dato il massimo date le circostanze, non facendo errori e lottando con Vettel nel finale.“Una gara non facile come speravamo, ma alla fine ne abbiamo tirato fuori il più possibile”, ha commentato l’ex Williams. “Il mio primo giro è stato buono, ho guadagnato tre posti in classifica, nonostante fossi l’unico oltre a Bottas con le gomme dure.” Il pilota di riserva della scuderia svizzera segue, spiegando come la strategia non abbia funzionato al meglio: “Il grip non era eccezionale e sapevo che dovevo proteggere le gomme, quindi ho aperto un gap da Russell e speravo nella seconda parte della gara, quando le medie sarebbero state un vantaggio.

Anche dopo le soste, però, ho faticato a seguire le vetture davanti.” Nonostante ciò il pilota polacco finisce la gara divertendosi, infatti nel finale è stato protagonista di una battaglia con Vettel: “Alla fine, ho avuto di nuovo delle belle battaglie con Sebastian [Vettel] prima di scambiare i posti con Antonio e finire 14°”.

Seguici anche su Instagram