F1 | GP Italia – Anteprima Haas: “Cercheremo di cogliere ogni opportunità possibile”

La Haas arriva al GP d’Italia intenzionata a raccogliere punti, con Monza che necessita del minore carico possibile

haas gp italia spa
Immagini Haas F1 team

Nell’ultima gara della serie in Belgio, Rich Energy Haas F1 Team ha restituito le sue vetture ad una singola specifica aerodinamica. Dopo aver eseguito le sue due vetture in diverse specifiche aerodinamiche nelle tre gare precedenti il Belgio, quanto è stato utile avere entrambe le vetture che teoricamente riportano gli stessi dati?

Romain Grosjean

“Beh, non credo che abbiamo avuto una scelta per i circuiti veloci, ma in realtà ero abbastanza soddisfatto del pacchetto. Stiamo lavorando in una buona direzione come squadra. Penso che ora abbiamo una comprensione molto chiara di quello che sta succedendo e di quello che dobbiamo fare per il futuro, quindi questo è positivo”.

Kevin Magnussen

“Abbiamo introdotto la più recente specifica in Belgio, che era un buon circuito per averla su entrambe le vetture, al fine di confrontarla tra loro. Abbiamo dovuto farlo, perché non possiamo correre con una specifica aerodinamica a basso drag con la vecchia vettura. È stata una decisione naturale, ma positiva per il futuro”.

Il weekend trascorso a Spa-Francorchamps – una struttura ad alta velocità e a bassa deportanza simile a Monza – è stato di aiuto nella preparazione al Gran Premio d’Italia? Le due piste hanno abbastanza somiglianze?

“Sì e no. A Monza gestiamo l’auto con un carico aerodinamico ancora più basso, quindi non sarà la stessa macchina, ma ci sono alcune cose che puoi testare prima. Sentire l’auto con un basso carico aerodinamico a Spa ti dà un’idea di come si sentirà a Monza”.

La chiusura estiva è sempre benvenuta dall’industria della Formula 1, ma quanto è stato bello tornare a bordo della vostra auto da corsa a Spa? E più in particolare, cosa volete ottenere in quest’ultimo tratto di gare prima che la stagione si concluda?

R.G: “Mi piace molto tornare in macchina – è una grande sensazione, soprattutto a Spa-Francorchamps. È uno dei circuiti più belli del mondo. E’ stato super figo. Ovviamente, si viene freschi dalla pausa estiva, il che aiuta sempre, ma mi è piaciuto molto. Per l’ultima parte della stagione, cercheremo di cogliere ogni opportunità possibile. Non sempre sarà facile essere in punti, ma ogni volta che possiamo, ci proveremo”.

K.M: “E’ stato bello tornare in macchina, ma è stato bello anche aver fatto una piccola pausa. Non ci vuole molto tempo per avere nostalgia di un’auto da corsa, quindi tornare e correre a Spa è stato bello. Ma non è stato un buon fine settimana a Spa con l’incidente in F2, ovviamente. Per Monza, speriamo che come squadra avremo un fine settimana migliore. Per quanto riguarda l’ultima parte di stagione, voglio ottenere più punti. Speriamo di poter cogliere questa opportunità se si tratta. Non sempre abbiamo il ritmo in macchina – l’abbiamo imparato quest’anno – ma dobbiamo solo afferrarlo se si tratta”.

Monza, come Spa, è un circuito ricco dell’eredità della Formula Uno, con il Gran Premio d’Italia che segna anche la fine del calendario europeo. Come pilota, sei in grado di apprezzare e immergerti nell’atmosfera di questi luoghi iconici, e senti che alcuni degli eventi più recenti del calendario, come Singapore, Austin e Abu Dhabi, stanno sviluppando un livello di storia e patrimonio per loro stessi?

R.G: “Spa, Monza, Monaco, Monaco, Barcellona e Silverstone – sono percorsi storici in cui sentiamo la storia. Alcuni dei nuovi tracciati ci stanno arrivando. Sento che Austin è grande, anche Singapore è grande. Ora si può dire che la Formula Uno è stata lì per alcuni anni, che le persone hanno un senso per essa e che la gente si diverte molto”.

K.M: “Le piste più vecchie sono fantastiche. E’ bello andare in posti di questo tipo. Come piloti lo amiamo, e penso che piaccia anche ai fan”.

I Tifosi sono una parte rinomata dello spettacolo del Gran Premio d’Italia con il loro appassionato supporto della Scuderia Ferrari, la squadra di casa. Come descriveresti la tua base di fan e quali sono i punti salienti per i tuoi fan della Formula 1?

La Haas arriva al GP d’Italia intenzionata a raccogliere punti, con Monza che necessita del minore carico possibile

R.G: “I tifosi sono grandiosi. Ti danno davvero molto sostegno e ammirazione. Ovviamente, il weekend di Spa è stato molto difficile per tutti, ma l’intera comunità motorsport si è riunita – piloti, squadre, marescialli, funzionari e tifosi. È stato davvero qualcosa di unico. I tifosi sono importanti e possono davvero aiutarti nei momenti difficili. E’ sempre bello averli”. haas gp italia

K.M: “Monza è ovviamente nota per i Tifosi, ed è bello vederli e sentirli. La mia base di tifosi è distribuita durante tutto l’anno. Spa è probabilmente una delle gare che attrae più danesi. E’ la gara più vicina alla Danimarca, quindi sono in molti a guidare fin laggiù. Monza è una gara a cui vanno anche molti. Mi piacciono quelle gare per questo”. haas gp italia

F1 | Monza vicinissima al rinnovo fino al 2024

Guenther Steiner

“Impariamo in ogni gara e qualsiasi cosa impariamo, la portiamo avanti fino al prossimo evento. Avendo corso a Spa con un po’ più di deportanza del necessario a Monza, ci aiuterà ad imparare e a prepararci per essa.
A Monza è necessaria la minore resistenza aerodinamica possibile a causa dei lunghi rettilinei. Avremo, come ogni anno, un alettone posteriore diverso”.

Seguici su Telegram

Orari del Week End: GP Italia 2019 – Anteprima e orari TV su Sky e TV8 [F1, F2, F3]

Francesco Ghiloni

Studente e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.