F1 | GP Italia – Ferrari, Sainz: “Chance per il podio, non avevo velocità sul dritto e feeling con il posteriore”

Carlos Sainz – P6 al traguardo – racconta il suo primo GP d’Italia a Monza da pilota Ferrari: non manca il rammarico nelle parole dello spagnolo.

sainz italia ferrari
Fonte: @ScuderiaFerrari Twitter

Carlos Sainz termine il proprio primo gran premio brianzolo in rosso in una buona sesta posizione. Nonostante il bottino di punti portato a casa, lo spagnolo del Cavallino esprime rammarico nelle interviste al termine della corsa. L’incidente ed il conseguente ritiro di Hamilton e Verstappen aveva fatto sognare i due “cavallini”, non capaci però di agguantare un piazzamento sul podio, con una SF21 che – in pura velocità sul dritto – non è ancora al livello delle concorrenti. ferrari sainz italia

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport Italia, il madrileno ha raccontato: “Il primo stint è stato piuttosto complicato e difficile. Ero sempre in battaglia, volevo spingere un po’ di più ma il posteriore mi partiva. Non avevo la confidenza giusta con la monoposto dopo l’incidente delle FP2.”


Leggi anche: F1 | GP Italia – “Santo” Halo salva la vita a Hamilton a Monza [FOTO]


“Ho così scelto di calmarmi un attimo. Nel secondo stint, con la gomma hard, ho ritrovato un po’ di feeling“, continua l’ex McLaren. Il #55 si sofferma sui problemi ravvisati nel weekend: “Alla fine abbiamo ancora avuto molto degrado sulle gomme posteriori e non siamo riusciti ad avere tanta velocità in rettilineo per sorpassare e provare a raggiungere il podio”.

Sainz ha proseguito esprimendo rammarico: “Sono sicuramente un po’ frustrato. Con la collisione tra Max e Lewis si era aperta la possibilità di raggiungere il podio. Non avevamo però la giusta confidenza con il retrotreno in curva, né la velocità per attaccare sul dritto i nostri rivali. Peccato perché la possibilità di un podio c’era”, ha concluso lo spagnolo della Ferrari dopo il GP d’Italia.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.